Dna, ecco la molecola che corregge le alterazioni genetiche
DNA la sua struttura anche a nodo

Come tutti ben sappiamo, ogni essere umano è biologicamente irripetibile, e questa diversità si accompagna a una certa variabilità genetica.

Il gene è considerato l’unità base del DNA, la struttura che contiene quelle caratteristiche che rendono ogni individuo unico e che in parte vengono trasmesse di generazione in generazione.

L’alterazione a carico di alcuni geni o cromosomi può dar origine ad alcune patologie che, per questo motivo, prendono il nome di malattie genetiche.

Coinvolgendo strutture come il DNA, le malattie genetiche sono condizioni irreversibili per le quali non esiste una cura definitiva e i cui segni e sintomi possono essere più o meno gravi a seconda del tipo di alterazione e delle strutture coinvolte.

Irreversibili almeno fino ad ora, perché una recentissima scoperta potrebbe essere capace, nel prossimo futuro, di mettere in discussione tutte le certezze degli scienziati fino ad oggi.

Direttamente dal Cibio Università di Trento arriva infatti una piacevole notizia: i ricercatori, secondo quanto affermato dalle principali testate del nostro paese, hanno messo a punto un metodo capace di rendere il genome editing estremamente preciso, per correggere le alterazioni del DNA.

Il genoma editing è una tecnica utilizzata per modificare il Dna. In parole semplici, si agisce danneggiando il Dna attraverso un’incisione, producendo così delle mutazioni genetiche.

Dna ecco la molecola che corregge le alterazioni genetiche

Il taglio è eseguito attraverso l’uso di specifiche proteine che “leggono” tutto il genoma per poi intervenire nel punto prescelto. Questa nuova ricerca, pubblicata su “Nature Biotechnology”, s’incentra sulla messa a punto di una molecola estremamente precisa, a cui affidare il compito di incidere il genoma.

Abbiamo messo a punto un metodo sperimentale – commenta la dottoressa Anna Cereseto, una delle responsabili del progetto firmato Cibio – attraverso cui otteniamo la molecola evoCas9, davvero precisa nel cambiare il Dna“. Si tratta di “un enzima di affidabilità assoluta, che effettua il cambiamento soltanto nel punto stabilito”.

In questo momento la nostra evoCas9 è la macchina molecolare migliore al mondo per il genome editing” continua la Cereseto, che parlando dello studio ha affermato che “EvoCas9 è stata sviluppata sottoponendo Cas9 a una evoluzione darwiniana in provetta, da qui il nome evoCas9. Cas9 nasce nei batteri, dove la sua imprecisione è un vantaggio perché funziona come una sorta di sistema immunitario contro i Dna estranei che, tagliando qua e là, inattiva meglio il nemico. La nostra intuizione è stata di fare evolvere Cas9 in cellule non batteriche, i lieviti, che sebbene semplici sono molto più vicine a quelle umane. Qui l’abbiamo fatta diventare ciò che ci interessa sia: un cesello che intarsia solo dove deve, un’arma di precisione che colpisce in un punto e risparmia tutto il resto. Questo renderà il suo impiego nella clinica finalmente sicuro“.

Secondo quanto riportato dalla stampa specializzata, questa tecnica del “correttore perfetto” potrebbe essere applicata in numerose circostanze che vanno oltre le malattie genetiche ed i tumori, dal momento che i campi di applicazione sono molti e si estendono anche a settori non medici, ad esempio il miglioramento delle piante per l’interesse alimentare e gli animali da allevamento.

Angela Sorrentino

Laureanda, content writer professionista, in attesa di patentino giornalista pubblicista, si occupa principalmente di contenuti legati alla sanità italiana e alla tecnologia.

Potrebbero interessarti

Dieta con l’ananas per dimagrire e purificarsi

Gli ananas sono frutti curiosi, così come tecnicamente ci viene spiegato, sono…

Trapianto di cuore, non ce l’ha fatta la piccola Adalyn

Dinanzi a determinate patologie, il trapianto è l’unico modo per permettere la…

Alcol confermata la correlazione con il tumore

Sarebbe l’evidenza confermata dalla scienza, tra l’alcol e l’insorgere dei tumori ci…

Anestesia sbagliata lo rende paraplegico: risarcito con quasi due milioni

Nessuna cifra potrà mai ridargli la salute e la libertà di una…