Dorian, il desiderio avverato di un bimbo malato di cancro

Sta combattendo una lotta strenua lotta contro la malattia, una battaglia che non vuole perdere, ma è comunque un bambino di soli otto anni, pieno di sogni e desideri, e ora, grazie al popolo del web, uno dei suoi più grandi desideri si è avverato.

Dorian Murray è un bambino di 8 anni del Connecticut (Stati Uniti) malato di cancro che ha interrotto le cure. Ma il suo desiderio prima di morire è quello di diventare famoso in Cina, perché è affascinato dalla Grande Muraglia.

I genitori del piccolo hanno così pubblicato sulla loro pagina Facebook – “Praying for Dorian” – lunedì questo dialogo e immediatamente il post è diventato virale, raggiungendo gli internauti cinesi i quali usano accedere al social network aggirando il blocco imposto dal governo di Pechino.

Da quel momento un numero sempre più crescente di persone del paese orientale si sono unite alla campagna per fare in modo che il suo desiderio si realizzi. L’idea consiste nell’inviare il maggior numero di fotografie di cinesi che esibiscono uno striscione con lo slogan “#D-Strong”. In pochi giorni le reti sociali hanno mostrato circa 500.000 immagini e dimostrazioni di sostegno. Molte delle fotografie sono state scattate nella Grande Muraglia, dato che il desiderio espresso dal bimbo era legato al fatto che la Cina “ha quel ponte”, riferendosi proprio alla Muraglia.

Dorian è malato di rabdomiosarcoma dall’età di quattro anni e purtroppo non risponde più alle cure, che la famiglia e i medici hanno deciso quindi di interrompere. Il rabdomiosarcoma è un tumore raro, molto aggressivo e caratteristico dell’età pediatrica e può nascere in qualsiasi parte del corpo, ma più frequentemente a livello di testa-collo, apparato genito-urinario, arti e altre sedi come tronco e addome.

Loading...
Potrebbero interessarti

Guidare sicuri: il benessere passa dall’acqua

Fin da quando ci siamo seduti per la prima volta al volante,…

Le feste ci hanno regalato due kg in più

Anche a voler stare attenti e a non abbandonare palestra e movimento…