Eagles si sciolgono dopo oltre 45 anni di musica assieme

Non possiamo certo parlare di notizia bomba, né ostentare eccessiva sorpresa: da quando uno dei suoi protagonisti indiscussi è scomparso, un loro addio alla scena, almeno come gruppo unitario, era nell’aria e sembrava quasi la conseguenza più logica.

Gli Eagles hanno annunciato di essersi sciolti in via definitiva: a differenza di molte altre band, probabilmente la sostituzione di un componente li avrebbe troppo snaturati, nel loro essere e nella loro musica.

“La morte di Glenn Frey è stato l’ultimo saluto. Non credo ci vedrete esibirci più insieme. Credo sia finita. E credo che sia il modo giusto di uscire di scena”. Con queste parole Don Henley, intervistato dalla BBC, annuncia lo scioglimento della storica band americana nata nel 1971 a Los Angeles.

Orfana di Glenn Frey dal 18 gennaio di quest’anno, la band non ha più gli stimoli, evidentemente, per continuare la sua lunga carriera, che ha dato luce a grandi classici della musica come “Take it Easy” e “Hotel California”.

“È stato molto difficile e molto emozionante. Abbiamo rischiato di non farcela a salire sul palco, ma i responsabili del Grammy sono stati molto insistenti, così abbiamo deciso di proseguire”, ha raccontato nella stessa intervista Don Henley riferendosi all’esibizione dei Grammy Awards 2016, quando in memoria di Glenn Frey la band ha eseguito una toccante ed emozionante versione di “Take it Easy”.

Salta così la già annunciata tournée per il quarantennale della pubblicazione di Hotel California.

Loading...
Potrebbero interessarti

Addio all’eclettico Duca Bianco, David Bowie

Ne ha avute tante di soddisfazioni nella vita, ne ha vinte tante…

Morgan, questo lavoro per ripagare i debiti

Massimo Ceccherini, qualche settimana fa, aveva confessato di aver accettato di partecipare…