Ecco i sintomi che segnalano la malattia arteriosa

Redazione

La malattia delle arterie periferiche restringe i vasi sanguigni e riduce il flusso sanguigno agli arti, principalmente alle gambe, a causa dell’accumulo di depositi di grasso nelle arterie. Tali costrizioni, oltre a causare problemi alle gambe, possono anche ridurre il flusso sanguigno al cuore e al cervello.

Ecco i sintomi che segnalano la malattia arteriosa

Alcuni dei sintomi più importanti da tenere sotto controllo sono: la pelle lucida sui piedi, crampi dolorosi ai fianchi (uno o entrambi), alle cosce o ai muscoli della parte inferiore della gamba, dopo determinate attività, come camminare o salire le scale.

Sentiamo intorpidimento o debolezza delle gambe, freddezza in una parte inferiore della gamba o del piede, soprattutto rispetto all’altro lato, ferite alle dita dei piedi, ai piedi o alle gambe che non riescono a guarire.

Perdita di capelli o crescita più lenta dei peli su piedi e gambe, crescita più lenta delle unghie, polso debole nelle gambe o nei piedi, disfunzione erettile negli uomini.

I fattori che aumentano il rischio di sviluppare malattie delle arterie periferiche includono fumo, diabete, obesità (indice di massa corporea maggiore di 30), ipertensione, colesterolo alto, invecchiamento (soprattutto dopo i 50 anni) e una storia familiare di malattia delle arterie periferiche e del cuore.

Le persone che fumano o hanno il diabete sono a più alto rischio di sviluppare malattie delle arterie periferiche a causa della riduzione del flusso sanguigno, riporta la Mayo Clinic.

Prima di tutto, è importante cambiare alcune abitudini di vita al fine di ridurre al minimo il rischio di sviluppare complicazioni. Ad esempio, se fumi, dovresti smettere o se hai il diabete, tienilo sotto controllo. Inoltre, mangia sano, fai esercizio regolarmente e nei limiti del possibile evitare qualsiasi tipo di stress.

Se hai sintomi di malattia delle arterie periferiche, potresti aver bisogno di cure mediche aggiuntive. Questi possono essere medicinali per prevenire la formazione di coaguli di sangue, per abbassare la pressione sanguigna e il colesterolo e per controllare il dolore e altri sintomi.

Ci sono anche procedure sui vasi sanguigni che aiutano: angioplastica e aterectomia.

Next Post

Il wutou cinese per combattere i reumatismi

Con i progressi della ricerca scientifica e di nuovi strumenti di accertamento sono sempre di più le sostanze naturali di uso comune benefiche per l’uomo che si scoprono essere in grado di alleviare o addirittura di bloccare una condizione patologica. Non si tratta solo di effetti positivi in situazioni di […]
Il wutou cinese per combattere i reumatismi