Egitto, giornaliste sospese perché ritenute troppo grasse

Onestamente non è la prima volta che trattiamo di discriminazione alle donne, e non è neppure la prima volta che questa discriminazione si basa su una questione di aspetto fisico non considerato “idoneo”, “accettabile” o “desiderabile”, ma ogni volta non possiamo che stupirci di come queste discriminazioni siano plateali e non si faccia neppure nulla per nasconderle, quasi fosse la normalità che una donna, per lavorare bene, debba essere bella secondo determinati canoni estetici.

La notizia che vi raccontiamo oggi arriva dalla televisione pubblica del Cairo, dove otto presentatrici sono state sospese perché troppo in carne e perentoriamente invitate a ripresentarsi entro un mese quando saranno adeguatamente dimagrite.

Khadija Khattab, una delle anchorwoman “spedite” per un mese a casa per mettersi a dieta, ha detto al giornale saudita Al Watan che si sentiva umiliata e trovava il provvedimento scandaloso: «La gente deve guardare le mie recenti apparizioni televisive e giudicare se sono grassa e se merito che mi sia impedito di lavorare».

La vicenda è stata condannata dal Centro per l’orientamento e la consapevolezza giuridica delle donne, secondo il quale il caso viola la Costituzione ed è una forma di violenza contro le donne.

L’associazione ha anche chiesto che la Egyptian Radio and Television Union ritiri tale decisione ma, a quanto pare, i vertici non ne vogliono sapere.

Il caso ha suscitato un certo dibattito: sul quotidiano governativo Al-Ahram la giornalista Fatma al-Sharawi ha condiviso la scelta dell’emittente, mentre l’accademico Waheed Abdul Maji ritiene che la tivù pubblica dovrebbe concentrarsi piuttosto sulla qualità dei contenuti.

Next Post

Carte di credito clonate: truffe e denunce a Ischia

A Ischia la clonazione delle carte di credito è diventato lo sport isolano: scoperte le truffe e denunciati i malfattori. Le truffe, dunque, avvenivano nel napoletano, soprattutto a Ischia. Il sistema della clonazione delle carte di credito esiste ormai da molto tempo, ma qui forse ci può essere dietro una […]
Carte di credito clonate: truffe e denunce a Ischia