Exomars 2, la missione rimandata al 2020

Eleonora Gitto

Exomars 2, la seconda missione spaziale verso Marte è stata rimandata al 2020.

Inizialmente l’inizio della missione era previsto per il 2018, tuttavia, dopo un incontro fra L’Agenzia Spaziale Europea, Esa, e quella russa, Roscosmos, è stato deciso che il ritardo nello sviluppo del progetto, in effetti, non era recuperabile in tempi brevi.

In particolare il ritardo riguarda la realizzazione della sonda e del rover che dovranno raggiungere il pianeta rosso.

La prima fase della missione è attualmente in corso, ed è iniziata circa un mese fa col lancio della prima sonda dal famoso cosmodromo di Bajkonur nel Kazahstan.

Il ruolo dell’Italia nelle missioni Exomars è molto importante. Oltre ad avere la leadership del progetto, è Made in Italy gran parte delle tecnologie utilizzate per le missioni, essendo molti elementi stati costruiti dalla Thales Alenia Space, Joint venture fra Alenia e Finmeccanica.

La chicca delle strumentazioni utilizzate è senza dubbio il trapano che si incarica di perforare la superficie del pianeta rosso per una profondità di due metri al fine cercare possibili tracce di vita.

Ma in fin dei conti due anni di ritardo per quest’ultima missione, visto che l’età stimata dell’universo è di 13,6 miliardi di anni, non è proprio tantissimo.

Arrivederci, quindi, al 2020 con Exomars 2.

Next Post

Bar Refaeli attende di diventar mamma guardando Grey's Anatomy

Senza dubbio è una telefilm addicted: Bar Refaeli è in dolce attesa, e quale modo migliore per ingannare l’attesa che concedersi qualche puntata della propria serie televisiva, magari rilassandosi sul divano? La bellissima modella israeliana, che a 30 anni sta per diventare mamma per la prima volta, nelle scorse ore […]