Gigi D’Alessio è pronto a condurre Made in Sud

Mezzo secolo è un traguardo importante da festeggiare: se la maggior parte delle persone, per i propri 50 anni, si regala una festa insieme ai propri cari, o magari un viaggio per staccare dal trambusto e dallo stress quotidiano, Gigi D’Alessio ha scelto di regalarsi una nuova esperienza professionale: dopo aver venduto più di 20 milioni di dischi, Gigi è pronto ad esordire come conduttore.

Il cantante napoletano, reduce dall’esperienza non proprio positiva del Festival di Sanremo, in cui è stato tra i primi eliminati, condurrà da mercoledì 8 marzo, alle 21.20, su Raidue, in diretta dall’Auditorium Rai di Napoli, “Made in sud”.

Nel programma, in prima serata per il sesto anno, affiancheranno D’Alessio nelle dodici puntate previste, le “veterane” Fatima Trotta ed Elisabetta Gregoraci.

D’Alessio tiene subito a precisare “io sto salendo su un carro che è già vincitore. Sarò una sorta di vigile urbano, con tanti artisti bravissimi che sono il cuore pulsante del varietà. Non voglio nessuna medaglia. Si tratta di un programma consolidato”.

“Stiamo valutando ospiti che devono mettersi in gioco- aggiunge il cantante  – mi piacerebbe avere Gino Paoli, Danilo Rea, Ermal Meta, Fiorella Mannoia e tanti artisti napoletani.  Lo scopriremo solo vivendo”.

Il musicista sente di avere un compito importante: “Quello che vogliamo dimostrare, visto che c’è ancora un’Italia divisa, è che nascerà dal Sud un’Italia unita. Io voglio far capire la ricchezza che c’è al Sud. Chi ci è nato ha una marcia in più, non in meno. Già il solo fatto di essere bilingue dà l’idea. Chi canta in napoletano, che non è un dialetto ma una vera e propria lingua, deve saper cantare anche in italiano”.

Loading...
Potrebbero interessarti

Di Padre in figlia, grande attesa per l’ultima puntata

Un altro successo portato a casa da mamma Rai, che ancora una…

Uomini e Donne, la De Filippi alla ricerca di tronisti gay

Uomini e Donne è finito appena da una mangiata di giorni, eppure…