Gisella Sofio, addio ad un’altra brava attrice della commedia all’italiana

Forse il suo nome non è conosciuto quanto quello di tantissimi altri colleghi con cui ha collaborato per decenni, ma certamente il suo volto è noto a tutto il pubblico italiano e non solo, che l’ha apprezzata in una miriade di pellicole, oggi forte troppo superficialmente catalogate come “commedia all’italiana”.

E’ morta a Roma all’età di 85 anni (era nata il 19 febbraio 1931) l’attrice Gisella Sofio, una delle più noti caratteriste del dopoguerra, popolare in teatro, al cinema e ultimamente anche nella fiction TV.

Nella sua lunga e brillante carriera, la Sofio, elegante e resa famosa dall’ironia insinuata attraverso il ruolo di ‘signorina snob’, lavorò tra gli altri con Renato Rascel, Alighiero Noschese, Mario Mattioli, Vittorio De Sica, Gino Cervi, Marcello Mastroianni, Dino Risi, Pupi Avati e il grande Totò, che fu uno dei suoi mentori.

La ricordiamo in Lo smemorato di Collegno, accanto a Totò, nelle commedie sexy come La liceale, Voltati Eugenio di Comencini, Torno a vivere da solo con Jerry Calà e più recentemente Il cuore grande delle ragazze di Pupi Avati e Il principe abusivo di Alessandro Siani.

L’artista tornerà inoltre sul piccolo schermo con la serie tv Tutto può succedere 2 e ne Il crimine non va in pensione per la regia di Fabio Fulco.

Next Post

Pompei, nuovo crollo negli scavi archeologici

Nonostante negli ultimi mesi si sia fatto moltissimo, anche grazie all’intervento diretto della Sovrintendenza e del Ministero, e i numeri parlano di un’affluenza record che ha portato ossigeno alle casse cittadine e statali, evidentemente c’è ancora tantissimo da lavorare, e lo dimostrano i continui crolli che interessano l’area. Nelle scorse […]