Tecnologia

Google I/O 2017, i numeri di Big G: da Android a Google Foto

Google IO 2017, i numeri di Big G da Android a Google Foto

Al Google I/O 2017, il CEO Sundar Pichai ha snocciolato i numeri del successo di Big G: Android ha superato quota 2 miliardi di utenti attivi, mentre sono 1.5 miliardi le foto che ogni giorno sono caricate su Google foto.

Sundar Pichai, CEO di Google, alla conferenza annuale dedicata agli sviluppatori che si tiene nell’anfiteatro Shoreline di Mountain View, California, ha sbalordito i settemila presenti con i numeri da record che ha fatto registrare la sua società.

Per prima Pichai ha svelato il nuovo record raggiunto da Android, il sistema operativo mobile attualmente più diffuso.

Google Drive raggiunge 800 milioni di utenti attivi, anche questo un record se si considera che Dropbox nel 2016 ne contava 500 milioni.

E che dire dei numeri da capogiro di YouTube? La piattaforma di video ormai non ha rivali: un miliardo di utenti attivi da tutto il mondo e un miliardo di ore di video guardate al giorno.

Così come sono oltre un miliardo i chilometri percorsi ogni giorno dagli utenti che si servono della guida di Google Maps.

Insomma, a Mountain View hanno di che cosa essere soddisfatti. E il futuro per Big G appare ancora più roseo a giudicare dalle grandi novità che sono state annunciate durante la conferenza.

Android O, arriva la versione beta

Partiamo proprio da Android. Google ha rilasciato, in occasione della I/O, la versione beta di Android O il cui nome potrebbe essere Oreo.

L’aggiornamento del nuovo OS forse arriverà entro la fine del 2017. Quali novità porterà con sé la nuova release? Si potranno scaricare nuovi font, vedremo alcuni puntini di fianco all’icona delle app che segnalano le notifiche non ancora lette.

Per leggerle, basterà fare pressione sull’icona.  Per aprire Google Map basterà fare doppio tap sull’indirizzo.

Potenziata anche la sicurezza, con la suite Google Play Protect che introduce anche una funzione per ritrovare uno smartphone perso, facendolo squillare e localizzandolo.

Google Foto, sempre più intelligente

Anche per Google Foto sono state annunciate grandi novità. Intanto, avremo a disposizione i suggerimenti di condivisione delle immagini, le librerie condivise e i fotolibri cartacei.

Poi, grazie al riconoscimento facciale, Google Foto sarà in grado sia di individuare il soggetto catturato in uno scatto, sia di suggerirci di inviargli la foto.

E poi ci sarà la possibilità di vedere le nostre foto più belle, ordinate in un album cartaceo.

Google Foto crea l’album, lo fa editare e lo invia stampato direttamente a casa dell’utente.  Si preannuncia vita breve per i siti che offrono questo servizio.

Google Lens, la rivoluzione dell’immagine

Google Lens è la nuova App destinata davvero a rivoluzionare il mondo delle immagini.

L’App è in grado di riconoscere qualsiasi oggetto e, semplicemente inquadrandolo con la fotocamera, di acquisire su questo tutte le informazioni utili.

Se abbiamo fame, basta inquadrare l’insegna della pizzeria per sapere tutto sul locale, incluso numero di telefono per prenotare. Una tecnologia straordinariamente innovativa figlia di Google Assistant.

Google Assistant, arriva anche su iPhone

E parlando di Google Assistant, non possiamo non sottolineare che l’App arriva su iPhone, anche in italiano.  E così anche la concorrenza a Siri è bella e servita.

About the author

Eleonora Gitto

Eleonora Gitto

Appassionata di politica ed economia, content writer e giornalista, ama anche il tech.

Add Comment

Click here to post a comment