I 5 segni principali che hai già avuto il Covid

Redazione

Il modo più accettato per sapere se hai avuto il coronavirus è quello di sottoporsi ad un test degli anticorpi, quello che viene definito test sierologico, anche se non sono corretti al 100%. “Il test degli anticorpi non diagnostica COVID-19, ma questi test possono determinare se un paziente può avere anticorpi contro il virus che lo causa“, afferma Cedars-Sinai . 

I 5 segni principali che hai gia avuto il Covid

Un altro segno che potresti aver avuto COVID è se soffri di sindrome post-COVID, che sta lasciando circa il 10% o più dei pazienti COVID – soprannominati “trasportatori a lungo raggio” – con sintomi molto tempo dopo che il virus ha lasciato il corpo. 

Secondo un sondaggio sui “trasportatori a lunga percorrenza” condotto da un ricercatore della Scuola di Medicina dell’Università dell’Indiana e dal gruppo di supporto di base Survivor Corps, rilasciato all’inizio di quest’anno, ci sono cinque sintomi principali più comuni.

Coloro che hanno la sindrome post-COVID possono avere cicatrici polmonari o problemi cardiaci, il che rende l’esercizio fisico impossibile o molto pericoloso. Molti malati di Post-COVID sperimentano anche una stanchezza e quello che viene chiamato “malessere post-sforzo“. “Il malessere post-sforzo (PEM) è il peggioramento dei sintomi a seguito di uno sforzo fisico o mentale anche minore, con sintomi che tipicamente peggiorano da 12 a 48 ore dopo l’attività e durano per giorni o addirittura settimane“, riferisce il CDC . In altre parole, potresti essere in grado di muoverti un giorno, ma “paghi per questo” – con emicrania, affaticamento o dolori muscolari – il giorno dopo“.

Un nuovo studio su Nature Neuroscience mostra che il virus attraversa “la barriera emato-encefalica“. “Sappiamo che quando hai l’infezione da COVID hai difficoltà a respirare e questo perché c’è un’infezione nel tuo polmone“, ha detto l’autore principale dello studio William A. Banks, professore di medicina presso la University of Washington School of Medicine e veterani del Puget Sound Affairs Healthcare System, “ma un’ulteriore spiegazione è che il virus entra nei centri respiratori del cervello e causa problemi anche lì”.

Potresti avere problemi a salire una rampa di scale, o avere il fiato corto a lavare i piatti, oppure potresti avere qualcosa di peggio. Alcuni “possono sperimentare complicazioni come la polmonite o la sindrome da distress respiratorio acuto (ARDS)“, riferisce Virtua Health . “L’ARDS si verifica quando il fluido riempie i polmoni e impedisce la normale respirazione, riducendo la quantità di ossigeno nel flusso sanguigno e privando gli organi di ossigeno. I pazienti che manifestano sintomi gravi di solito richiedono un trattamento nell’unità di terapia intensiva (ICU). Sebbene alcuni pazienti possano essere in grado di per ricevere supporto respiratorio utilizzando ossigeno ad alto flusso, i pazienti con ARDS in genere devono essere su un ventilatore per giorni o settimane per aiutarli a respirare “.

C’è poi “mialgia” è un effetto collaterale comune, ed è stato infatti il ​​sintomo n. 2 più comune dei cosiddetti “trasportatori a lungo raggio del covid-19“. Il dolore muscolare può colpire “una piccola area o tutto il tuo corpo, da lieve a straziante“, riferisce la Mayo Clinic . “Sebbene la maggior parte dei dolori muscolari scompaia da sola in breve tempo, a volte il dolore muscolare può persistere per mesi. Il dolore muscolare può svilupparsi quasi ovunque nel tuo corpo, compreso il collo, la schiena, le gambe e persino le mani“.

Altro segno legato ad una sindrome post-COVID può assomigliare alla sindrome da stanchezza cronica, o all’encefalomielite mialgica, il cui sintomo caratteristico è – avete indovinato – una profonda stanchezza. Perché le somiglianze? “La ricerca è in corso per testare diverse teorie. Le persone con ME / CFS, e forse i trasportatori a lungo raggio post-COVID, possono avere un basso livello di infiammazione nel cervello o una diminuzione del flusso sanguigno al cervello o una condizione autoimmune in il corpo produce anticorpi che attaccano il cervello, o molte di queste anomalie “, riferisce Harvard Health . 

Next Post

2021 secondo le previsioni sarà guerra di vaccini

Parecchi chiaroveggenti hanno già parlato degli eventi del 2021, Wojciech Glanz dalla Polonia non fa eccezione. Purtroppo le previsioni si sono rivelate deludenti. Il nuovo anno sarà un periodo di nuove restrizioni e oppressione. Wojciech ha rivelato che le persone dovranno affrontare una guerra con vaccini e tragedie peggiori del coronavirus .  Il chiaroveggente […]
2021 secondo le previsioni sara guerra di vaccini