Il Papa a Prato: il lavoro è la chiave dell’integrazione
Il Papa a Prato: il lavoro è la chiave dell'integrazione

Domani 10 novembre ci sarà la visita del Papa a Prato, e si parlerà probabilmente di lavoro, la chiave dell’integrazione.

Bergoglio sarà nella cittadina toscana di primo mattino. Addirittura sarà alle 7.45 allo stadio Lungobisenzio, e già alle 8.15 si troverà in Piazza della Cattedrale.

Il territorio pratense è stato colpito in maniera particolarmente dura dalla crisi. Anche a causa di ciò i sindacati e le associazioni di categoria hanno deciso di inviare una lettera al Pontefice.

Nella lettera si dice che “il buon lavoro deve essere fonte di dignità per tutti, ed è la chiave su cui costruire una vera integrazione tra lavoratori italiani e cittadini migranti. C’è una Prato di cui non si parla, che non ha gli onori della cronaca, ma che è la spina dorsale della comunità”.

In buona sostanza una lettera che ricalca tutte le note posizioni di Bergoglio sul mondo del lavoro, sulla sua dignità e sulla ricerca di soluzioni consensuali e allargate.

Ivi compreso il concetto del buon lavoro, il più lontano possibile dalla condizione del precariato e cose simili.

Vedremo se anche questa visita del Papa potrà essere un impulso positivo per l’economia pratese e soprattutto per l’occupazione della zona.

Loading...
Potrebbero interessarti

Clemente Russo la verità dietro l’uscita dal Grande Fratello

Nella scorsa settimana si è parlato veramente tanto del Grande Fratello Vip…

Marco Mengoni tutto pronto per la sua nuova avventura

L’ultimo tour è stato uno straordinario successo, con sold out messi a…