Il Vangelo di Giuda, cambia la storia come la conosciamo

Redazione

Un vangelo perduto che considera Giuda un cospiratore di Gesù, piuttosto che un traditore, fu considerato autentico nel 2006.

Il Vangelo di Giuda è un testo frammentato in copto (egiziano) che ritrae Giuda sotto una luce diversa rispetto ai Vangeli che lo hanno reso noto.

In questa versione della storia, Giuda si rivolge alle autorità su richiesta di Gesù, come parte di un piano per liberare il suo spirito dal suo corpo.

Nella versione biblica accettata della storia, Giuda tradisce Gesù per 30 denari.

Nell’ambito di uno studio del documento della National Geographic Society, il microscopista Joseph Barabe della McCrone Associates in Illinois e un team di ricercatori hanno analizzato l’inchiostro sul Vangelo a brandelli per determinare se fosse autentico o contraffatto.

Barabe ed i suoi colleghi sono specialisti nell’indagine approfondita di vecchi, o presunti vecchi, documenti e opere d’arte.

Il Vangelo di Giuda cambia la storia come la conosciamo
foto@Wikimedia

La composizione chimica dell’inchiostro utilizzato può rivelare la differenza tra qualcosa di autentico e un falso. Nel 2009, Barabe ha aiutato a scoprire un vangelo chiamato “Marchio arcaico“, che alcuni sostenevano fosse un manoscritto del XIV secolo, come un falso moderno.

Ha anche collaborato con il Federal Bureau of Investigation per rilevare dipinti contraffatti.

Anche la National Geographic voleva scoprire se il vangelo di Giuda, scoperto negli anni ’70, fosse davvero datato ai primi giorni del cristianesimo, o se fosse, come Marco arcaico, un falso.

Barabe ha riunito un team di scienziati con una varietà di specialità e hanno condotto il Vangelo attraverso un’analisi intensiva di microscopia e spettroscopia.

All’inizio, le loro scoperte offrivano poche speranze che il vangelo di Giuda fosse genuino. Il documento è stato scritto con due inchiostri, nero e marrone, mischiati insieme.

Il nero era un inchiostro chiamato “nero lampada“, che era coerente con gli inchiostri usati negli antichi scritti egiziani nel terzo secolo, riferisce Barabe.

Ma l’inchiostro marrone era più misterioso. Era un inchiostro ricco di ferro chiamato iron gal, ma mancava dello zolfo che si trova comunemente negli inchiostri di questo tipo.

Il vangelo di Giuda è stato approvato

Alcuni aspetti del documento suggeriscono l’autenticità. La più promettente di queste proprietà, ha detto Barabe, era che l’inchiostro non era accatastato nel papiro curvo, suggerendo che il documento fosse stato scritto prima che accadesse.

foto@Wikimedia

Se qualcuno avesse provato a scrivere su un papiro pre-deformato, l’inchiostro si sarebbe accumulato in crepe e avvallamenti, un segno sicuro che qualcuno aveva deliberatamente cercato di far sembrare vecchio un nuovo papiro.

Invece, il Vangelo sembra sia stato scritto su un papiro piatto e invecchiato naturalmente. Il National Geographic ha anche commissionato altre analisi del Vangelo, inclusa la datazione al radiocarbonio, l’analisi del copione e lo stile linguistico.

Lo studio ha preso ad esempio dei certificati di matrimonio egiziani e dei documenti nazionali del Louvre, rivelandosi decisivi come prove.

Questo studio ha mostrato che i contratti in Egitto a metà del terzo secolo erano scritti con inchiostro nero come quello trovato, nello stile egiziano tradizionale. Ma sono stati ufficialmente registrati nel tradizionale stile greco, usando inchiostro ferro-gallico marrone.

I risultati dello studio del Louvre hanno suggerito al team che la presenza di entrambi gli inchiostri era coerente con una datazione anticipata per il Vangelo di Giuda, ha detto Barabe.

Inoltre, lo studio del Louvre ha scoperto che gli inchiostri a base di metallo di questo periodo contenevano poco zolfo, proprio come gli inchiostri del Vangelo di Giuda.

La scoperta ha dato ai ricercatori la sicurezza di dichiarare il documento secondo una data di ca. 280 DC.

Barabe ha presentato poi la storia dell’indagine sul vangelo di Giuda all’incontro annuale dell’American Chemical Society a New Orleans.

A seguito dell’indagine geografica nazionale del Vangelo di Giuda, il documento è stato restituito al Museo Copto del Cairo.

fonte@Wordssidekick.com

Next Post

Investimenti e rendimento: come sapere quanto rende un investimento

Chiunque abbia un capitale da investire intende farlo nel modo migliore possibile. Per chi non conosce al meglio il mondo degli investimenti questo significa semplicemente poter ottenere il massimo dal capitale che si possiede. In realtà la questione è leggermente diversa, nel senso che solitamente a un potenziale guadagno molto […]
Investimenti e rendimento come sapere quanto rende un investimento