Il Volo dice di no a Donald Trump

Eleonora Gitto

Il Volo dice di no a Donald Trump.

Chiamati a esibirsi alla cerimonia di insediamento del neopresidente degli Stati Uniti Donald Trump, i tre ragazzi hanno detto di no.

Ignazio Boschetto, Gianluca Ginoble e Piero Barone ne hanno parlato, si sono confrontati, e alla fine hanno scritto a Trump:

“Signor Presidente, abbiamo rifiutato il suo invito perché non siamo mai stati d’accordo con le sue idee. Non possiamo appoggiare un uomo che ha basato la sua ascesa politica sul populismo oltre che su atteggiamenti xenofobi e razzisti. Come artisti abbiamo una grande eco. Non potevamo cantare per una persona con cui non condividiamo quasi niente”.

Negli Stati Uniti il gruppo de “Il Volo” è molto apprezzato. Per il concerto del prossimo 4 marzo alla Radio City Music Hall, i biglietti sono stati già tutti venduti da tempo e, infatti, già si prevede un’ulteriore data.

E interrogati su quel che faranno il giorno dell’insediamento di Donald Trump, i tre ragazzi rispondono con ironia che probabilmente guarderanno qualche partita di calcio.

Insomma, sono artisti che hanno le idee chiare e sanno il fatto loro. Si può apprezzare o meno la loro musica, ma non si può dire certo che non abbiano le giuste…note musicali.

Next Post

La Befana di Torino? Una calza piena di smog da Legambiente

Per la Befana Torino riceve da Legambiente una calza piena di smog. La consegna simbolica è avvenuta proprio la mattina del 6 gennaio in Piazza Palazzo. La qualità dell’aria che si respira nel capoluogo piemontese è purtroppo pessima, la peggiore fra le città d’Italia. Sulla base dell’ultimo studio effettuato da […]
La Befana di Torino? Una calza piena di smog da Legambiente