Incredibile scoperta: 143 nuovi segni tra le linee di Nazca

Gli esperti hanno usato tecnologia basata su intelligenza artificiale sul terreno del deserto di Nazca per identificare i disegni mai visti prima, riferisce “Science Alert“.

Le Linee di Nazca, poste su un altopiano remoto e arido nel sud del Perù, sono una raccolta di splendidi disegni artistici, tra cui immagini di scimmie ragni, uccelli, pesci e lucertole che sono state scolpite nel terreno più di 2000 anni fa.

Gli scienziati dell’Università di Yamagata in Giappone hanno ora rivelato la scoperta di 143 geoglifi aggiuntivi tra il 100 a.C. e il 300 d.C.

I ricercatori hanno utilizzato un programma di intelligenza artificiale IBM per analizzare grandi quantità di fotografie satellitari e di droni ad alta risoluzione e per cercare segni rivelatori di segni artificiali.

Molti di questi erano stati logorati e altrimenti sarebbero stati quasi impossibili da individuare.

Tutte queste figure sono state create rimuovendo le pietre nere che ricoprono la terra, esponendo così la sabbia bianca sottostante“, ha scritto il team.

Mentre nessuno sa esattamente perché i geoglifi sono stati realizzati e il fatto che siano stati progettati per essere visti solo dall’alto li ha resi un fenomeno particolarmente affascinante per molto tempo.

Loading...
Potrebbero interessarti

Emma la “nonna d’Europa” è italiana e ha 116 anni

Si chiama Emma Morano ed è la donna più anziana d’Europa e…

Polinesia: squalo le strappa il seno mentre nuota con i delfini

Il tragico episodio è accaduto in Polinesia dove una donna è stata…