Ischia incontra un vecchio amico, il capodoglio Brunone

Eleonora Gitto

L’isola d’Ischia incontra un vecchio amico, il capodoglio Brunone.

Eccolo lì Brunone. Qualcuno dice che arriva dal 2004, qualcun altro che arriva da molti anni prima. Ma è sempre puntualissimo l’esemplare maschio di Capodoglio.

Nel mese di ottobre Brunone è comparso improvvisamente dalle profondità del mare, dalla zona del canyon sottomarino Magnagni, che arriva a oltre seicento metri di profondità, fra Capri e Ischia.

I ricercatori di Oceanomare hanno così cominciato a riprenderlo, a studiarlo dalla mattina alla sera, riuscendo a fotografarlo e a filmarlo anche cinque volte in un giorno, fino al 26 ottobre.

Racconta Barbara Mussi, fondatrice e direttrice di Ischia Dolphin e vicepresidente di Oceanomare: “Avvistare Brunone regolarmente nel corso degli anni, monitorarne la crescita e constatare la sua fedeltà al sito, è un dato molto significativo in quanto evidenzia l’importanza che l’area di studio ricopre nel ciclo vitale di questa specie in Mediterraneo, listata come minacciata nella lista rossa dell’Unione Internazionale per la Conservazione della Natura”.

Ma con Brunone il capodoglio sono stati avvistati anche i suoi compagni Diogenes e Aletes. Inoltre sono stati avvistati grampi, tursiopi, stenelle e balenottere.

Un segnale che le condizioni ambientali stanno migliorando anche in quelle zone di mare, favorendo la biodiversità? Forse. O, almeno, si spera.

Next Post

Lampedusa, Greenpeace porta il fotovoltaico nell’isola

Lampedusa, Greenpeace porta il fotovoltaico nell’isola. Il 13 dicembre è stato inaugurato un bell’impianto fotovoltaico sul tetto di un edificio comunale che consentirà di produrre energia pulita e consentirà di risparmiare circa 200.000 euro. L’impianto è stato realizzato grazie ad una raccolta fondi promossa dall’associazione ambientalista, col sostegno di ben […]
Lampedusa, Greenpeace porta il fotovoltaico nell’isola