La conferma della CIA, Hitler fuggito al termine del conflitto

La rivelazione era stata fatta da un veterano della CIA, che ha affermato come il leader tedesco, Adolf Hitler, sia sopravvissuto al termine del secondo conflitto mondiale.

Il Mirror è tornato sull’argomento dopo le rivelazioni, trasmesse peraltro in un documentario su History Channel, del veterano della CIA Bob Baer, il quale sostiene che Hitler abbia simulato la propria morte.

Ha simulato la propria morte e poi è fuggito in Sud America grazie ad un U-Boat via Tenerife“, queste le rivelazioni dell’ex agente della CIA.

Le rivelazioni sulle bombe sono state fatte da Bob Baer che sostiene di avere le prove della fuga del dittatore tedesco: “ha falsificato la propria morte e poi è fuggito in Sud America in un sottomarino via Tenerife“.

La storia conosciuta racconta che il famoso leader nazista si è suicidato insieme a alla moglie Eva Braun nel suo bunker alla fine della seconda guerra mondiale, per sua espressa richiesta i corpi sarebbero stati bruciati proprio all’esterno del bunker in una fossa scavata appositamente.

Ma Bob Baer e il suo team hanno esaminato documenti mai visti prima che, secondo lui, confermano come “l’uomo più malvagio della storia” sia sopravvissuto all’invasione alleata di Berlino.

Inoltre, sostengono che Hitler sia arrivato fino in Argentina, prima grazie ad un aereo della Luftwaffe e poi da un sottomarino che lo ha prelevato dalle isole Canarie.

Lì, affermano, intendeva condurre il “Quarto Reich” da un complesso militare sicuro.

L’agente veterano della CIA Bob Baer, coadiuvato dal sergente delle forze speciali statunitensi Tim Kennedy, coinvolto nella cattura di Osama Bin Laden, ha spiegato come: “Quello che ci è stato sempre raccontato è una bugia“.

Se si guardano i file dell’FBI, si aprono le indagini. Quello che stiamo facendo è riesaminare la storia, la storia che pensavamo fosse risolta sul fatto che Hitler fosse morto nel bunker ma più a fondo ci siamo addentrati, e per me è sempre più chiaro che non siano andate così le cose“.

La squadra del sig. Baer afferma di avere accesso a 700 pagine di informazioni recentemente declassificate.

Si dice che un documento, presumibilmente dell’intelligence britannica, afferma che Hitler fu segretamente cacciato dalla capitale tedesca dal capitano della Luftwaffe, il capitano Peter Baumgart.

Un altro documento afferma: “I funzionari dell’esercito americano in Germania non hanno localizzato il corpo di Hitler né esiste alcuna fonte affidabile che Hitler sia morto“.

Il gruppo afferma che Hitler ha potuto fingere facilmente la propria morte attraverso l’uso di un ennesimo sosia, poiché il cadavere bruciato trovato dai russi sarebbe stato cinque pollici più corto di Hitler e con un teschio più piccolo.

I due sostengono anche di aver trovato prove di una quinta uscita dal bunker, che non è mai stata segnalata in precedenza.

Anche l’investigatore di ex crimini di guerra delle Nazioni Unite John Cencich ha intervistato un presunto testimone della fuga di Hitler.

L’ex operaio edile greco dice a Cencich: “Nel 1945 stavo costruendo una costruzione segreta all’interno del monastero di Samos“.

Ho dovuto costruire tunnel segreti e compartimenti per i tedeschi“, ha continuato. “Sì, i tedeschi erano nazisti e uno di questi era Adolf Hitler. Era proprio lì, non portava i baffi o altro, era il maggio 1945“.

Cencich ha dichiarato: “La verità accettata che si è suicidato è ambigua“.

Quando la guerra finì, molti nazisti fecero un esodo in Sud America per iniziare una nuova vita lontano dall’Europa.

Si dice che Hitler abbia viaggiato da U-Boat in Argentina dalle Isole Canarie per ricongiungersi con i suoi compagni.

Loading...
Potrebbero interessarti

Russia, il caso del neonato che sapeva parlare

Nell’ospedale reparto maternità di Norilsk, in Russia, è nato un insolito ragazzo…

Thailandia, truffatore condannato a 13mila anni di carcere

Il tribunale thailandese ha condannato un truffatore per un totale di 13.275…