La dieta e i legami con la menopausa: nuovi studi li rivelano
Intossicazioni alimentari in estate aumentano i rischi

Ci sono molti fattori che possono prevedere in quale periodo della nostra vita inizierà la menopausa, dalla genetica (in che anno normalmente la madre ha attraversato “il cambiamento”) alla BMI, se si è fumatori o non ed esposizione alla chemioterapia. Ma un nuovo studio dell’Università di Leeds suggerisce che potrebbe esserci un altro predittore per l’inizio della menopausa: gli alimenti che si mangiano ogni giorno.

I ricercatori hanno scoperto che le diete costituite principalmente da cibi sani come pesce grasso e legumi freschi, come piselli e fagioli verdi, erano associati alla menopausa ritardata di quasi tre anni. Questo si basa sull’età media delle donne che iniziano la menopausa, che è di 51 anni sia nel Regno Unito che negli Stati Uniti., nel frattempo, i partecipanti che hanno consumato pasta bianca raffinata e riso avevano più probabilità di iniziare la menopausa di un anno e mezzo rispetto alla media.

Lo studio ha raccolto dati da oltre 14.000 donne nel Regno Unito, che hanno completato un ampio questionario sulla dieta e un primo sondaggio sulla salute riproduttiva e la loro storia. Quattro anni dopo, i ricercatori hanno scoperto che più di 900 delle donne intervistate avevano sperimentato l’inizio naturale della menopausa, il che significa che non avevano avuto un periodo di più di un anno e non hanno sperimentato nient’altro che potesse scatenare la menopausa precoce, come il cancro, chirurgia, o trattamenti farmaceutici. Di queste 900 donne, la qualità delle loro diete ha offerto una chiara indicazione se avevano iniziato la menopausa prima o dopo rispetto alla media.

L’età in cui inizia la menopausa può avere gravi implicazioni sulla salute per alcune donne“, ha detto Janet Cade, coautrice di studi e professore di epidemiologia nutrizionale e salute pubblica in quel di Leeds, in un comunicato stampa. Sia la menopausa precoce che quella tardiva sono state associate a rischi per la salute a lungo termine, la menopausa ritardata è stata principalmente collegata a tumori al seno, alle ovaie e all’endometrio.

Tuttavia, i rischi di menopausa precoce potrebbero rivelarsi ancora maggiori se la dieta è un ulteriore fattore. “I primi problemi di menopausa per le donne più giovani includono un aumento del rischio di malattie cardiache e ossee, depressione, demenza e disfunzioni sessuali“, dice Philip Sarrel, MD, fondatore del programma Yale Menopause. “Se la dieta da sola può ritardare l’insorgenza della menopausa, penso che i benefici superino l’aumento del rischio di cancro al seno visto con la menopausa ritardata“.

Lo studio è un passo importante verso una migliore comprensione dei fattori che influenzano la menopausa, in particolare per le donne che potrebbero essere predisposte a iniziare la menopausa precocemente. “Una chiara comprensione di come la dieta influisce sull’inizio della menopausa naturale sarà molto utile per coloro che potrebbero già essere a rischio o avere una storia familiare legata a complicazioni dovute alla menopausa“, ha detto Cade.

fonte@Prevention.com

Redazione

La redazione di veb.it si occupa di fornire agli utenti delle news sempre aggiornate, dal gossip al mondo tech, passando per la cronaca e le notizie di salute. I contenuti scritti da più autori contemporaneamente vengono pubblicati su Veb.it a firma della redazione.

Potrebbero interessarti

Allattare al seno riduce il rischio di cancro alla mammella e all’utero

Allattare al seno fa bene non solo al bambino ma anche alla…

Italiani più longevi, almeno nel nord Italia

Sarà la sanissima dieta mediterranea, sarà il sole e il mare come…

Genetica, la nostra pancia è dell’uomo di Neanderthal

Anche senza essere degli esperti scienziati, tutti noi sappiamo di discendere, milioni…

Violenza sulle donne, attenzione alla Sindrome del cuore infranto

Nelle prossime ore si celebrerà la Giornata mondiale contro la violenza sulle…