L’Austria blocca i treni, gli Usa accolgono 10mila migranti

Eleonora Gitto

L’Austria blocca i treni dei migranti, e gli Usa decidono di accoglierne 10mila.

Ma non basta, perché nel frattempo la Danimarca, che aveva deciso di chiudere le frontiere ai migranti, decide di riaprirle.

Insomma, una situazione composita e in movimento, con una serie di resistenze europee che, tranne rare eccezioni, vanno via via affievolendosi.

Così come la posizione inglese che, inizialmente rigida, è andata anch’essa affievolendosi progressivamente con l’accoglienza di 15mila migranti. Almeno, questa è la posizione ufficiale annunciata dal premier Cameron.

Per quel che riguarda gli States, il portavoce Josh Earnest ha riferito che il numero dei migranti che gli Usa si apprestano ad accogliere “rappresenta un significativo incremento dell’impegno americano nei confronti dei flussi di migranti in fuga dalla guerra”.

Nel frattempo, le cifre dicono che in Ungheria nelle ultime 24 ore sono giunte 3321 persone, mentre in Austria ne sono arrivate 2.800.

Numeri impressionanti. Infine, a Dublino si sono dichiarati disposti ad accoglierne 4mila.

Ad annunciarlo è stato il ministro della giustizia irlandese Frances Fitzgerald, affermando che l’Irlanda offrirà un sicuro rifugio per le famiglie e i bambini che sono stati costretti a lasciare le loro case a causa delle guerre e dei conflitti.

Next Post

Hillary Clinton in difficoltà: il sorpasso di Bernie Sanders

Hillary Clinton è in difficoltà nella corsa alla Casa Bianca e proprio in queste ore è stata superata nei sondaggi per la nomination dal senatore Bernie Sanders. Sanders è un senatore settantaquattrenne del Vermont. Il sondaggio è stato condotto nello stato chiave dell’Iowa. Hillary intanto ha chiesto formalmente scusa per […]
Hillary Clinton in difficoltà il sorpasso di Bernie Sanders