Lavoro, 70 ore alla settimana fanno male alla salute?

Eleonora Gitto

Lavoro, secondo Dominik Burgy 70 ore alla settimana non fanno male alla salute.

Se la battaglia fino a qualche anno fa era quella di fare meno di 45 ore settimanali, adesso c’è chi propugna le 70 ore a settimana.

Se lo slogan era: “lavorare meno, lavorare tutti”, adesso sembra essere: “lavorare di più e in meno”.

Tanto che le cretinate escono fuori con scioltezza, come quelle dette da Dominik Burgy, Presidente di Expertsuisse, durante un’intervista al Tages-Anzeiger.

La signora dice in maniera disinvolta che “La prosperità non risiede solo nel tempo libero e nella famiglia, ma anche nel lavoro, e non è detto che lavorare 70 ore alla settimana sia per forza dannoso alla salute”.

Certo che se lei lavora 70 e più ore la settimana, il danno alla salute è evidente, nel senso che non ci sembra nel pieno possesso delle sue facoltà mentali.

Insomma, tutto il contrario di quello che pensavano i filosofi, non ultimo Bertrand Russell, col suo Elogio dell’ozio. Un ozio, produttivo, s’intende.

Immaginiamo poi che, facendo un semplice calcolo matematico, se le persone che ora lavorano, sono costrette a lavorare di più, ci sia molto meno spazio per i nuovi occupati.

Ma di questo alla signora Dominik Burgy, che cosa importa?

Next Post

Grillo, il New York Times e la presunta bufala dei vaccini

Grillo, il New York Times e la presunta bufala dei vaccini. Finché uno fa il comico, può dire tutto quello che vuole; ma quando uno fa al contempo il comico e il politico, deve fare attenzione a quello che dice, a quello che dichiara, specialmente su temi sensibili come quello […]
Grillo, il New York Times e la presunta bufala dei vaccini