Le mascherine causano problemi di salute a lungo termine?

Redazione

Secondo gli esperti, le mascherine anti covid, possono causare alcuni problemi alla pelle a cominciare dall’acne; ma non sarebbero causa di problemi di salute a lungo termine.

Le mascherine causano problemi di salute a lungo termine

Uno dei modi più importanti di protezione dall’epidemia dopo la vaccinazione, è l’uso delle mascherine che è diventato parte della vita nell’ultimo anno. Soprattutto con la mutazione del virus, l’uso di doppie maschere è diventato sempre più comune contro l’aumento dei casi e dei tassi di mortalità.

Ma le mascherine, che devono essere indossate tutto il giorno dalle persone che lavorano principalmente al chiuso, possono causare altri problemi di salute a lungo termine?

Nella scelta delle mascherine, dovrebbero essere preferite mascherine certificate dalle istituzioni e, in presenza di umidità e contaminazione, le mascherine dovrebbero essere cambiate ad intervalli regolari. Se vogliamo stabilire un intervallo di tempo, potrebbe essere opportuno cambiare le mascherine ogni 3-6 ore durante il giorno. Una mascherina non dovrebbe essere indossata per 2 ore. Inoltre, l’uso di mascherine che coprono completamente il naso e la bocca è anche un problema importante in termini di salute. Pertanto, le mascherine chirurgiche sono quelle più consigliate.

Gli esperti confermano che non ci sono prove scientifiche che le mascherine causino problemi di salute. I chirurghi da sempre indossano queste mascherine e talvolta operano in un ambiente chiuso per 24 ore. Finora non sono stati riscontrati problemi di salute. Se usate correttamente, le mascherine non causano problemi di salute come malattie polmonari e cardiache.

Oltre agli studi che dimostrano che le mascherine non influenzano il tasso di ossigeno nel sangue, possiamo osservare una diminuzione di 2 unità della saturazione di ossigeno nelle persone che usano le doppie mascherine. Ma quando togliamo le mascherine, l’ossigeno nel sangue aumenta di nuovo. Queste maschere devono essere state utilizzate per decenni per causare un problema di salute a lungo termine. Quindi, in tal caso, potrebbero causare malattie respiratorie, innescare malattie respiratorie esistenti. Tuttavia, al momento non è così. Guardando il rapporto beneficio-danno in questo processo, non è possibile dire “non si dovrebbe indossare alcuna mascherina“. Si consiglia di utilizzare maschere come N95 o FFP2, soprattutto nei trasporti pubblici e in ambienti affollati. Si sconsigliano maschere in tessuto lavabili.

La lamentela più comune che incontriamo, spiegano gli esperti, a causa dell’uso delle maschere è l’acne nella zona del mento e le aree coperte dalle maschere. Con la malattia del coronavirus, è entrato anche nella letteratura medica, mentre si respira, si crea un ambiente umido sotto la maschera.

Le persone con allergie al lattice hanno riscontrato reazioni allergiche a causa della gomma utilizzata nelle maschere. Se la persona è allergica ad una sostanza nella maschera, non importa se una o tre di fila. Se c’è allergia, è vista come arrossamento, prurito, secchezza, forfora e lesioni correlate al prurito nelle aree in cui la maschera tocca. C’è anche l’irritazione causata dal fatto che le maschere non vengono cambiate frequentemente o sovrapposte. Le irritazioni sono anche causate dalla tenuta delle maschere o troppo allentate e dall’aumentato attrito.

Next Post

UE mette al bando intelligenza artificiale per controllare la popolazione

L’Unione Europea sta preparando una bozza per regolamentare gli usi consentiti dei meccanismi dell’Intelligenza Artificiale (AI) che stabilisce divieti per usi come i sistemi di sorveglianza di massa e le tecnologie che valutano le persone in modo predittivo, mentre i sistemi ad alto rischio avranno di più supervisione. Questo è […]
UE mette al bando intelligenza artificiale per controllare la popolazione