Locarno, il Pardo d’Oro è andato a Ralitza Petrova

Quest’anno il Festival di Locarno si è riconfermato un grandissimo successo, con numerosi artisti e autori di alto calibro che si sono raccontati e hanno raccontato il loro modo di fare e di intendere il cinema, e giunto al termine con ci rimane che annunciare i vincitori di questa edizione 2016.

Il festival di Locarno si è concluso con l’assegnazione del Pardo d’oro al film “Godless” della regista bulgara Ralitza Petrova. Premio per la migliore interpretazione femminile a Irena Ivanova attrice protagonista della medesima pellicola.

Ambientato in una cittadina bulgara sperduta, dove il tempo sembra essersi fermato, “Godless” è un film sulla perdita totale dei valori. Gana, un’infermiera che ha avuto un’infanzia difficile, si occupa di pazienti affetti da demenza senile e allo stesso tempo gestisce un traffico di carte d’identità. Il buio sembra avvolgere le vecchie generazioni, ormai disilluse, come le nuove, sedotte da valori malsani.

Il mondo raccontato dalla Petrova così come da tanti altri autori presenti al festival, è un mondo senza speranze, un inferno quotidiano che la macchina da presa è chiamata perlopiù a registrare in modo impassibile, fingendo una distanza pretestuosa.

Miglior attore il polacco Andrzej Seweryn in “The Last Family” di Jan P. Matuszyński, uno dei film più apprezzati del Concorso internazionale.

Il premio speciale della giuria di Arturo Ripstein è per “Inimi cicatrizate” del romeno Radu Jude, copia conforme della Montagna incantata di Mann in cui si riversa la tragica esperienza biografica dello scrittore Max Blecher ripercorsa in un’opera di sontuosa presenza psicologica, con schermo quadrato anni 40.

“Il Festival è stato, è e sarà sempre un momento di libertà”: così Marco Solari ha chiuso il Festival, dando appuntamento al 2 agosto 2017.

Next Post

Barbara D’Urso tra amori e vita professionale

Solo qualche giorno fa è stata intervistata sulla sua vita sentimentale e le notizie non sono state certo incoraggianti: molto apprezzata e desiderata dai giovanissimi, incute invece paura e timore nei coetanei ed è per questo che al momento purtroppo è ancora single e nessun uomo occupa il suo cuore. […]