Melissa P, video osceno “rubato” in centro a Roma

Se il suo intento era quello di denuncia, forse l’obiettivo non è stato del tutto centrato: il video infatti è diventato virale, ma la linea tra lecito ed osceno è quanto mai sottile e labile, e i commenti lo hanno dimostrato.

Melissa P., al secolo Melissa Panarello, scrittrice salita alla ribalta qualche anno fa per un romanzo erotico, ha attaccato il sindaco di Roma postando sul suo profilo Facebook il video di una ragazza che si masturba nel centro della Capitale.

Nella breve clip si vede una donna accovacciata in un cassonetto della spazzatura masturbarsi tra i rifiuti. Panarello ha condiviso il post per denunciare la situazione di degrado del quartiere e dell’intera città: “Abbiamo pensato a lungo se condividerlo o no, ma la situazione non accenna a migliorare e quindi eccolo in tutta la sua schifezza. Una donna si masturba in piazzetta dentro un cassonetto”.

Poi una invettiva contro la sindaca Raggi: “Adesso qualche perbenista può pure decidere di segnalarmi e Facebook può pure decidere di bannarmi, ma chi va segnalato e bannato davvero è chi governa questa città, chi non risponde alle richieste di aiuto di cittadini ormai esausti”.

E i perbenisti non ci hanno pensato su troppo: Facebook, ha seguito delle tante segnalazioni, l’ha bloccata per 24 ore.

“Nelle ultime ore – ha quindi denunciato in un post pubblicato poche ore fa – mi sono arrivate accuse di ogni tipo: è pagata da qualcuno per andare contro la Raggi; si vuole fare pubblicità; ma come, proprio lei si scandalizza dopo quello che ha scritto?; fino all’accusa di essere stata irrispettosa nei confronti della donna protagonista del video”.

“Il video della donna che si masturba dentro un cassonetto divelto – spiega – non era una denuncia verso la donna, non è quello il degrado che mi interessa. Mi interessa invece notare che in una città e in quartiere così degradati, chiunque si sente autorizzato a fare tutto”. “Nel degrado – continua – vale tutto: vale spacciare, vale litigare, vale sporcare, vale urlare e cantare fino alle 6 del mattino, pisciare contro le saracinesche dei negozi, disturbare i passanti, i ristoratori e i negozianti, vale anche masturbarsi in piazza senza che nessuno dica o faccia niente”.

E quindi conclude: “Che la gente pensi e insinui che io, rea di aver scritto 15 anni fa un libro erotico, non possa parlare di degrado prendendo come esempio una donna che si masturba all’aperto è semplicemente ridicolo. E salta all’occhio quanto vero sia quel detto dello stolto, della luna e del dito. Per me la polemica (che avete messo su voi, volevo solo far luce per l’ennesima volta sui problemi del posto in cui vivo) finisce qui”.

Next Post

Lady Gaga ha ufficialmente annullato il suo tour

La paura di tutti i suoi fans, che attendevano con ansia di poterla vedere esibirsi dal vivo, si sono purtroppo concretizzate: i problemi di salute di Lady Gaga l’hanno costretta non solo ad annullare le prossime date, ma addirittura tutto il prosieguo del suo tour. Dopo aver annullato il concerto […]