Met Office, 2016 ancora più caldo

VEB

Il 2015 ha avuto un’estate con picchi di caldo record, che potrebbero essere battuti nel 2016, a causa dell’innarrestabile riscaldamento terrestre che sta modificando sempre di più il clima.

Secondo il Met Office, il servizio meteorologico britannico, l’effetto serra e il fenomeno naturale detto El Niño formano una tenaglia rovente. Uno studio ha rivelato che le temperature del 2015 hanno raggiunto il record con un aumento a livello globale di 0,68 gradi centigradi rispetto alla media del periodo tra il 1960 e il 1990.

In sintesi, il riscaldamento globale sta accelerando ed “è chiaro che il nostro clima continua a cambiare”, ha dichiarato il prof. Stephen Belcher, direttore del Met Office Hadley Centre.

Due fattori ciclici regionali, ovvero le correnti del Pacifico settentrionale e quella Nordatlantica, stanno facendo la loro parte: la prima, secondo il Met Office, sta passando alla fase calda, mentre la seconda nella fase fredda, con possibili inverni più freddi e umidi in Europa.

I ricercatori non sono in grado di prevedere l’interazione fra queste forze, ma sperano che prevalga il freddo per un recupero di parte della calotta polare artica, che ogni anno rischia di scomparire sempre di più. L’unica certezza è che l’effetto dei gas serra ha un impatto di lunga durata che stravolge i fenomeni ciclici di riscaldamento naturali.

Next Post

Facebook punta alla realtà virtuale a 360°

Facebook sta pensando di portare la realtà virtuale direttamente sugli smartphone, tramite dei video interattivi sui quali poter scegliere l’inquadratura. Secondo quanto diffuso dal Wall Street Journal, il colosso social starebbe lavorando a un’applicazione indipendente in grado di riprodurre i video a 360 gradi, quindi da più angolazioni, al fine […]