Missouri, la stranissima condanna inflitta ad un cacciatore

Accade nel Missouri dove un cacciatore ha ricevuto una particolare condanna dal tribunale.

Insieme a suo padre e ai suoi fratelli, David Berry Jr, 29 anni, è stato arrestato grazie ad uno dei più grandi programmi di bracconaggio illegali del Missouri.

L’uomo è stato condannato a guardare “Bambi“, il classico della Disney, “almeno” una volta al mese per un anno intero, dopo essere stato arrestato per aver cacciato illegalmente decine di cervi.

Al 29enne David Berry Jr, di Brookline, nel Missouri, è stato ordinato di guardare il film animato ogni mese durante il suo periodo di detenzione che sarà di un anno.

Berry Jr, insieme a suo padre e ai suoi fratelli, è stato beccato grazie ad un programma di bracconaggio pluriennale che i funzionari statali dicono essere uno dei più grandi casi mai verificati nella storia del Missouri.

Gli uomini sono stati riconosciuti colpevoli di aver violato numerose leggi sulla caccia, tra cui la caccia fuori stagione, l’uso di armi proibite come le luci per i cervi per renderli temporaneamente ciechi e l’uccisione dei cervi direttamente dall’interno di un veicolo in movimento.

Don Trotter, procuratore legale della contea di Lawrence, ha dichiarato: “I cervi erano dei trofei acquisiti illegalmente, soprattutto di notte, solo per avere le loro teste, lasciando sul posto i corpi“.

Berry si è dichiarato colpevole di aver catturato la fauna selvatica illegalmente e ha ricevuto una condanna ad un anno di prigione.

Oltre alla carcerazione, il giudice della contea di Lawrence, Robert George, ha ordinato a Berry di “guardare il film di Walt Disney ‘Bambi’, a partire dal 23 dicembre 2018 o prima, proseguendo poi per almeno una volta ogni mese” durante il suo periodo in prigione .

Nel film classico del 1942, la madre di Bambi è famosa per essere stata massacrata da un cacciatore, lasciando il piccolo bambi a cavarsela da solo.

In situazioni come questa, con i bracconieri seriali che non hanno rispetto per gli animali, le regole della caccia, o non sono infastiditi dal fatto che stanno rubando agli altri, si tratta di avidità ed ego“, ha detto Randy Doman, Capo della divisione Protezione MDC, come riportato da Springfield News-Leader .

Prendere solo le teste per loro è semplicemente come ottenere un ‘trofeo’. Mentre ci sono alcuni casi in cui i bracconieri cercano le corna del cervo per profitto, ma per questo gruppo di cacciatori si trattava più del brivido dell’uccisione.

Loading...
Potrebbero interessarti

Palermo, scoperta una piantagione di cannabis in un ex convento

Un ex convento nel centro storico di Palermo, a via Nicolò Gervasi,…

Marocchino accusato della strage del Bardo risultava a scuola quel giorno

Una vicenda sempre più intricata, che si complica di ora in ora,…