Natale, cercare diete miracolose fa male e non serve a nulla

Siamo sopravvissuti al cenone della Vigilia e al pranzo di Natale, con qualche kg in più già solo rispetto alla scorsa settimana, ma le feste sono ancora tante, e fino all’Epifania certamente ci sarà ancora tanto da mangiare.

Certo ci saranno coloro che, mangiando sano tutto l’anno, sapranno cavarsela egregiamente anche in questo frangente, ma per tutti gli altri non è così: in tantissimi si lasceranno andare ai bagordi a tavola, e poi andranno in cerca della dieta miracolosa per perdere immediatamente i kg presi durante le festività.

Non c’è nulla di più sbagliato, però:  le diete che promettono ingenti perdite di peso in pochi giorni e con poco sforzo fanno quasi sempre più male che bene. E, soprattutto, non mettono al riparo dal noto effetto yo-yo, ovvero il riacquisto del peso corporeo (talvolta addirittura con gli interessi) al termine della dieta.

A dirlo è il buonsenso, ma anche gli esperti, come la dottoressa Laura Rossi, ricercatrice nutrizionista al Centro di ricerca alimenti e nutrizione del Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria.

Dati alla mano, l’esperta ha in primis citato uno studio del 2016 condotto su un campione di 3000 persone. Stando ai risultati di tale studio, condotto per mezzo di bilance wi-fi, si è dedotto come le popolazioni dei paesi più sviluppati tendono a riscontrare aumenti di peso proprio nel periodo delle feste. Questi periodi, ovviamente, sono diversi da paese a paese ma, in ogni caso, comportano un duro confronto con l’ago della bilancia.

Proprio questo spinge molte persone a correre ai ripari per mezzo di diete miracolose. Ma, come si ripete anno dopo anno, un buono stato di salute non si acquista in un giorno o in una settimana, ma è il risultato complessivo delle nostre abitudini e dello stile di vita. In sostanza, non si ingrassa nel periodo compreso tra Natale e Capodanno ma in quello restante.

Natale, cercare diete miracolose fa male e non serve a nulla

Natale cercare diete miracolose fa male e non serve a nulla

Tantissimi si affannano a cercare i regimi dietetici più disparati: “diete fantasiose che funzionano più o meno allo stesso modo. Alcune di esse sono variazioni delle diete iperproteiche, in cui si riducono le calorie e si aumenta l’apporto proteico, il che porta effettivamente a una perdita di peso marcata nei primi giorni. Ma si tratta per lo più di perdita di acqua, non di grassi, ragion per cui tali diete funzionano solo nel breve termine. Una volta tornati al regime di alimentazione normale, se questo continua a essere scorretto, si riprendono velocemente tutti i chili persi”.

Qualcosa di positivo c’è: il 18% del peso accumulato nelle feste sarebbe composto di acqua e non di grasso, e la tendenza a ingrassare sarebbe più marcata per gli individui già in sovrappeso o obesi (come tra l’altro aveva già evidenziato uno studio del 2000), che mettono su cinque volte più peso rispetto a chi ha un indice di massa corporea normale.

Lo studio, inoltre, conclude che tornare al peso precedente alle festività richiede ben cinque mesi.

Sicuramente sarebbe consono fare più attenzione alla propria alimentazione nei periodi che precedono o seguono le festività.

Come dovrebbe avere senso, ribadiamo, fare più attenzione durante tutto l’anno. In ogni caso, ridurre le calorie e aumentare l’attività fisica prima e dopo le festività non può fare che bene, aiutando a mantenere negativo o almeno neutro il bilancio energetico globale”, conclude l’esperta.

Loading...
Potrebbero interessarti

Frutti di bosco protagonisti di una dieta per perdere fino a 3 kg in 5 giorni

I frutti di bosco, gustosi e amatissimi, grande attrattiva della gastronomia tardo-estiva,…

Lombardia, gran successo per la app collegata al 112

In mezzo a migliaia di applicazioni, disponibile negli store online dei nostri…