Non mi piace su Messenger, il contrario di Mi piace su Facebook

Eleonora Gitto

Non mi piace sulle chat di Messenger, il contrario di Mi piace su Facebook.

Mi piace, mi piace e poi mi piace. Su Facebook, il social più famoso, spesso un I like non si rifiuta a nessuno, nemmeno al peggior nemico, ammesso che ce ne siano.

Qualche volta il segno di consenso si mette pure per inerzia, o per marcare una presenza, per dire io ci sono.

Qualche volta, invece, è un vero e proprio atto di consenso, che può gratificare anche molto chi ha messo un determinato post.

Fatto sta che di Mi piace ce ne sono miliardi e miliardi. Un bel mi piace e un altrettanto bel commento, poi, sono il massimo della goduria. Vuol dire che l’opera è completa.

Anche se, in effetti, a volte troviamo una marea di I like su uno stesso post, senza nemmeno un commento, o quasi. Il che ci lascia non poco perplessi.

Il “dislike”, non mi piace, farà il suo esordio su Messenger.

Poi, se funzionerà, probabilmente sarà inserito anche sulla piattaforma madre di Facebook.

Certo che, a fronte di un non mi piace, è pure lecito che qualcuno domandi perché.

Next Post

Roma, GRA: Franceschini tenta la riqualificazione con l'Anas

Roma, il Ministro Dario Franceschini intende riqualificare la città attraverso l’Anas: al via il progetto Graart. Sul Grande Raccordo Anulare di Roma sono stati individuati 80 cavalcavia da destinare a opere artistiche, soprattutto murales, cercando di strapparli al degrado continuo. Ma non solo cavalcavia, anche sottopassi, svincoli, parcheggi abusivi o […]
Roma, GRA: Franceschini tenta la riqualificazione con l'Anas