Portoferraio, ancora una volta un 25 aprile di divisione

Eleonora Gitto

A Portoferraio, Isola d’Elba, ancora una volta un 25 aprile di divisione.

Che tristezza. Ancora una volta una doppia celebrazione a Portoferraio. Il Sindaco va in Piazza della Repubblica e la sinistra invece sceglie di onorare la lapide di Ilario Zambelli.

Ma stavolta qualche responsabilità in più ce l’ha il Sindaco, se è vero che, nell’annunciare il programma della celebrazione, ha evitato accuratamente di pronunciare le parole più normalmente attese in questo caso, vale a dire Resistenza e occupazione nazifascista.

Sicché in mattinata, ai piedi della Gattaia, si sono riuniti diversi esponenti della sinistra elbana, insieme al gruppo Pd di Portoferraio e altri esponenti di Sinistra Italiana.

Una celebrazione, questa, sobria ma al contempo intensa. Uno scambio di idee e poi tutti quanti insieme a cantare Bella ciao.

Nella celebrazione più istituzionale a Piazza della Repubblica, invece, è stata deposta una corona di alloro ai piedi del monumento ai caduti.

Il Sindaco Ferrari ha ricordato la figura di Salvo D’Acquisto e ha poi annunciato l’intitolazione della piazza antistante la caserma dei Carabinieri, a Giulio Giusti, il militare che riuscì a salvare ben 54 soldati dalla deportazione verso i campi di concentramento nazisti.

Next Post

25 Aprile fra polemiche, Virginia Raggi contestata a Roma

Un 25 Aprile fra divisioni e polemiche, contestata Virginia Raggi a Roma. Certo il 25 aprile dovrebbe essere un momento di unità e di condivisione di ideali. Avremmo preferito che la Comunità ebraica e le associazioni filopalestinesi marciassero insieme. Contestualizzare il momento della liberazione e della resistenza, renderlo replicabile alle […]
25 Aprile fra polemiche, Virginia Raggi contestata a Roma