Roaming, stop abusi: tariffa nazionale anche all’estero
Roaming, stop abusi: tariffa nazionale anche all’estero

Nei Paesi della UE dal 2017 stop alle tariffe di roaming internazionale: lo ha deciso la Commissione europea.

La commissione nelle regole per l’abolizione delle tariffe di roaming dal giugno 2017, ha presentato “un progetto di atto di esecuzione contenente vari provvedimenti per garantire la corretta applicazione della misura”.

Scrive in una nota la Commissione europea: “I clienti dovrebbero poter usare la propria tariffa nazionale all’estero per almeno 90 giorni l’anno in totale”.

Poi la Commissione europea annuncia eccezioni e limitazioni che puntano a prevenire possibili “abusi”.

Per i lavoratori frontalieri che usano il telefono all’estero, per esempio, è prevista una salvaguardia ad hoc.

Previste anche limitazioni per un cliente che “acquista una Sim card in un Paese della UE in cui le tariffe nazionali sono inferiori per poi usarla nel proprio Paese, o che soggiorni permanentemente all’estero con un abbonamento sottoscritto nel Paese di origine”.

“Per quanto concerne i pacchetti aperti per telefoni cellulari (quelli cioè con volumi illimitati o molto elevati), i clienti in roaming dovrebbero poter consumare alla tariffa nazionale almeno il volume medio consumato dagli utenti sottoscrittori del pacchetto”.

La UE non ha solo pensato a un utilizzo corretto del roaming, ma anche ai costi.

Un gestore di telefonia mobile può applicare un sovrapprezzo che non superi le tariffe massime per il roaming all’ingrosso.

I costi proposti sono: 4 centesimi di euro al minuto sulle chiamate, un centesimo per Sms, e 0,85 centesimi per ogni Mb di traffico dati.

“Questa proposta – continua la nota della UE – sarà valutata dal Parlamento europeo e dagli Stati membri nel quadro del riesame in atto del mercato del roaming all’ingrosso. Affinché la Commissione possa adottare l’atto di esecuzione entro il 15 dicembre di quest’anno, il progetto presentato oggi sarà discusso con gli Stati membri dopo aver consultato l’organismo dei regolatori europei delle comunicazioni elettroniche (Berec) “.

Loading...
Potrebbero interessarti

Spiare un cellulare con un software spia eccellente

Costruito per monitorare l’attività su smartphone e tablet, mSpy è l’app spia ideale…

Edward Snowden su Twitter vuole essere ascoltato

Oltre 518mila follower e una messaggio chiaro: “Can you hear me now?”…