Sarah Scazzi, il suo terribile assassinio diventerà una fiction

Un terribile fatto di cronaca, su cui non è stata fatta ancora completamente chiarezza, nonostante gli assassini siano ormai dietro le sbarre da diversi anni, e che presto verrà trasformata in una fiction per la televisione.

Il giallo di Avetrana, con l’uccisione di Sarah Scazzi, gli strani rapporti tra cugine e infine l’uccisione della ragazzina per mano della zia e della cugina: tutto questo sarà ricostruito in una fiction prodotta da Mediaset.

La vicenda ebbe fin da subito un immensa popolarità mediatica, anche perché l’annuncio del ritrovamento del cadavere venne dato in diretta a ” Chi l’ha visto?” dove era ospite, in collegamento, la madre di Sarah.

Il 21 febbraio 2017 la Corte suprema di cassazione ha condannato all’ergastolo per concorso in omicidio volontario aggravato dalla premeditazione Sabrina Misseri e Cosima Serrano, rispettivamente cugina e zia della vittima, confermando la condanna già inflitta in primo grado e in appello dalla Corte d’assise di Taranto.

A girare il documentario, già in lavorazione, “Il terzo indizio”, nuovo programma condotto da Barbara De Rossi, in onda il martedì in prima serata su Rete 4, che ricostruisce i grandi casi che hanno diviso l’opinione pubblica.

La troupe è già al lavoro a Manduria, vicino Avetrana, con attori selezionati nella scuola di recitazione del posto, la “Scenic academy” per interpretare i protagonisti del caso.

Il ruolo di Sarah sarà affidato a Giulia Distratis, mentre la sua amica Mariangela Spagnoletti sarà interpretata da Francesca Scorrano (direttrice della “Scenic academy”) e Claudio Carrozzo vestirà i panni di Michele Misseri.

Loading...
Potrebbero interessarti

Il Segreto, anticipazioni mercoledì 26 ottobre

Dopo aver visto che i rapporti sono diventati sempre più tesi tra…

I ricordi del fiume, la fine del Platz dei fratelli De Serio

Il film documentario “I ricordi del fiume” di Gianluca e Massimiliano De…