Scamarcio e Laura Chiatti al cinema con “Io che amo solo te”, felici e complici sul set

Redazione

Mancano sempre meno giorni al prossimo 29 ottobre 2015, giorno in cui verrà distribuita nelle sale cinematografiche italiane la pellicola del nuovo film drammatico diretto dal celebre regista e sceneggiatore italiano Marco Ponti ed intitolato “Io che amo solo te”. La pellicola nello specifico racconta di una donna di mezza età di nome Ninella, interpretata dall’attrice italiana Maria Pia Calzone, innamorata da sempre di Don Mimì, interpretato dal celebre attore, regista e sceneggiatore italiano Michele Placido. Il sogno di Ninella è sempre stato quello di unirsi in matrimonio con Don Mimì ed ecco che la donna vedrà realizzato il suo desiderio di una vita quando sboccerà l’amore tra la figlia Chiara, interpretata dalla bravissima attrice italiana Laura Chiatti e l’affascinante Damiano, figlio di Don Mimì ed interpretato dall’amatissimo attore e produttore cinematografico italiano Riccardo Scamarcio.

E proprio i due protagonisti della pellicola, Scamarcio e la bella Laura Chiatti hanno raccontato in una recente intervista della felicità che provano nel recitare uno al fianco dell’altro. Nello specifico la Chiatti ha dichiarato “Siamo una coppia di fatto, quando lavoro con Riccardo c’è sempre un’atmosfera cameratesca, che è iniziata con Compagni di scuola vent’anni fa, siamo gli stessi pazzoidi di allora e la cosa bella è che non siamo cambiati per niente”.

Scamarcio ha invece dichiarato “Ogni volta che mi propongono un film chiedo, ‘chi è la partner femminile? perché Laura Chiatti sarebbe perfetta’. Qualunque sia il film, perché Laura è versatile, bravissima nella commedia, non si lamenta mai e sul set ridiamo come matti”.

Next Post

Registra Google.com e resta padrone del mondo per un minuto

Si è sentito padrone del mondo Sanmay Ved, lui ex dipendente di Google ha potuto registrare, attraverso un piccolo bug, il dominio google.com, sappiamo bene che è possibile registrare qualsiasi tipo di dominio, in particolar modo se libero, ovvero non registrato o eventualmente se quest’ultimo fosse in scadenza. Ma quant’è […]