Scienziati spiegano il motivo delle visioni in punto di morte

Redazione

Gli esperti stanno ancora cercando di trovare una risposta alla domanda su cosa accade esattamente ad una persona dopo la morte. Qualche tempo è stata pubblicata, come prova, la storia di una donna che, secondo lei, ha visitato l’aldilà.

Una donna di nome Annalise dalla Gran Bretagna ha detto che all’età di 16 anni è stata ricoverata d’urgenza in un ospedale e poi trasferita in terapia intensiva.

Scienziati spiegano il motivo delle visioni in punto di morte
foto@Wikimedia

Alla ragazza è stata diagnosticata una strana malattia. Tutti i suoi denti del giudizio iniziarono a crescere insieme. Aveva bisogno di un intervento chirurgico urgente ei medici hanno deciso che era meglio eseguire l’operazione in anestesia generale.

Durante l’operazione, Annalise ha subito la morte clinica. Ha sentito la sua anima lasciare il suo corpo, e poi ha visto una strana struttura ad arco che sembrava un tunnel. C’era una luce brillante tutt’intorno che poteva facilmente togliere la vista di una persona comune.

Gli esperti hanno analizzato ciò che ha detto la donna e hanno deciso che questa potrebbe essere l’allucinazione più comune. È sorta a causa di una quantità insufficiente di ossigeno, che è spesso osservata nelle persone immediatamente prima della morte.

Quando le cellule cerebrali iniziano a morire, si verificano una varietà di allucinazioni. Lo hanno affermato gli scienziati della Manchester Metropolitan University Ken Drinkwater e Neil Dagnall.

Next Post

Wuhan nel 2018 laboratorio lavorava al coronavirus?

Dopo le accuse legate alla pandemia di coronavirus piovute dai media cinesi in direzione di altri paesi, sembra siano venute fuori nuove notizie su un laboratorio di Wuhan, come riporta The Epoch Times. Le pubblicazioni avrebbero dovuto dimostrare a tutti le “conquiste” della Cina nel campo della scienza, ma ora sono diventati la […]
Wuhan nel 2018 laboratorio lavorava al coronavirus