Scoperti gli ultimi messaggi della Germania prima della resa totale
Scoperti gli ultimi messaggi della Germania prima della resa totale

Mentre le truppe alleate si avvicinavano a Berlino, il 7 maggio 1945, una rete radiofonica militare nazista inviava il suo messaggio finale prima della fine della guerra: “Chiudere le comunicazioni per sempre, siamo i migliori, arrivederci“. Il giorno successivo, gli Alleati dichiararono la vittoria contro i tedeschi.

Quel messaggio fu tra le ultime corrispondenze di guerra scambiate tra postazioni militari naziste alla fine della seconda guerra mondiale, molte delle quali furono intercettate con successo dall’intelligence britannica.

Secondo la BBC , gli ultimi messaggi nazisti decodificati dalla Special Intelligence Service (SIS) britannica, sono stati rilasciati come tributo in occasione del 75° anniversario della Giornata della Vittoria in Europa, comunemente chiamato VE Day.

Durante la seconda guerra mondiale, l’unità di codebreaker del British Secret Service, altrimenti noto come MI6, aveva sede a Bletchley Park. Lì, ufficiali britannici lavoravano giorno e notte intercettando, raccogliendo e traducendo i messaggi scambiati dai nazisti.

Scoperti gli ultimi messaggi della Germania prima della resa totale
Codice Enigma (foto@Wikimedia)

In particolare, i ricercatori di Bletchley hanno decifrato con successo il famigerato codice Enigma nazista, un’impresa che ha impedito innumerevoli morti durante la guerra.

Nel 1944, la rete radio militare tedesca, nome in codice BROWN , aveva collegamenti che si trasferivano in tutta Europa, inviando rapporti militari sullo sviluppo di armi sperimentali.

Tra gli ultimi messaggi inviati dalla rete nazista c’erano un tenente Kunkel che firmò dalla sua stazione di Cuxhaven, sulla costa tedesca del Mare del Nord.

Le truppe britanniche sono entrate in Cuxhaven. D’ora in poi tutto il traffico radio cesserà augurandovi il ​​meglio ”, si legge nel messaggio di Kunkel. Il messaggio è stato immediatamente seguito da un altro che diceva: “Chiudendo per sempre vi auguro il meglio arrivederci“.

Quel messaggio finale inviato alle 7:35 circa fu l’ultimo codice nazista intercettato dagli inglesi prima della resa della Germania.

Nella primavera del 1945, quasi 9000 persone lavoravano a Bletchley Park, la maggior parte delle quali donne. Bletchley Park continuò le operazioni molto tempo dopo la fine della guerra per monitorare l’eventuale rinascita nazista e decodificare i cypher militari giapponesi.

Una volta una delle basi di intelligence più segrete al mondo, Bletchley Park ora funge da museo pubblico che ospita una vasta gamma di manufatti storici della guerra.

Queste trascrizioni ci danno una piccola visione delle persone reali dietro le macchine della guerra“, ha affermato Tony Comer, storico del Government Communications Headquarters (GCHQ), l’organizzazione di intelligence che è succeduta a Bletchley Park.

Comer ha aggiunto: “Mentre la maggior parte del Regno Unito si stava preparando per celebrare la fine della guerra, e l’ultimo dei comunicatori militari tedeschi si era arreso, il personale di Bletchley ha continuato a lavorare per aiutare a mantenere il paese sicuro“.

Tra gli ufficiali che lavoravano a Bletchley Park c’era Helen Andrews, che aveva iniziato a lavorare con l’intelligence britannica all’età di 17 anni. Andrews ricordava ancora l’atmosfera celebrativa durante il VE Day – quasi 80 anni dopo – come se fosse ieri.

Un tipo è entrato nella stanza in cui lavoravamo e ha detto: ‘È tutto finito. Si sono arresi ‘”, ha ricordato. Seguirono immediatamente le celebrazioni per la vittoria.

La gente per strada era gioiosa mentre cantava, beveva e si tuffava nelle fontane. Più tardi, Andrews ha festeggiato ad un party con gli amici.

Anche decenni dopo, Andrews ricordava come si sentiva quel fatidico giorno, descrivendo le sue emozioni allora come un misto di profondo sollievo e stanchezza. Il giorno dopo tornò a lavorare a Bletchley Park.

Gli ultimi codici nazisti intercettati dall’intelligence britannica sono attualmente in fase di digitalizzazione e saranno presto resi disponibili al pubblico.

Loading...
Potrebbero interessarti

La madre chiede consiglio al web per la strana decisione della figlia

E’ stata definita la mamma dal cuore spezzato, ha voluto condividere la…

Sudafrica, sbranata da un leone durante un safari

Sudafrica. Una turista statunitense è stata sbranata da un leone nel Lion…