Hai il secondo dito più lungo dell’alluce? Ecco il significato

Redazione

Non tutti siamo perfetti, anzi il bello dell’essere umano è proprio l’imperfezione, quei difetti che abbiamo ognuno di noi e che ci rendono unici e spesso fanno “innamorare” le altre persone.

Ma quante persone si sono fermate spesso a contemplare i propri piedi ed in particolar modo le dita dei piedi? Vi siete mai soffermate a guardare ad esempio i vostri alluci? E il vostro secondo dito? Spesso ci si chiede: come mai il secondo dito è più lungo dell’alluce, quando in realtà non dovrebbe essere così?

In campo ortopedico le caratteristiche delle nostra dita dei piedi sarebbero legate ai diversi tipi di patologie che colpiscono quella particolare zona del corpo, mentre per la “podomanzia”, ovvero l’arte divinatoria che si basa sulla “lettura” del piede e arriva addirittura a predire il futuro, c’è un tipo di piede per ogni tipo di personalità.

Esistono infatti diverse tipologie di piede, ad esempio quello definito “egizio” che sarebbe legato alla perfezione, ovvero le dita in perfetta scala di grandezza dall’alluce al mignolo, in questo caso avrete una personalità amante della natura e allo stesso tempo con una mente molto pratica che aiuta velocemente a prendere le decisioni.

Per chi ha invece il secondo dito più lungo dell’alluce c’è un grandissimo “premio di consolazione”, basti pensare alla Venere del Botticelli che viene raffigurata proprio in questo modo, dunque il secondo dito più lungo dell’alluce sarebbe in pratica un simbolo di perfezione e nella pratica riuscirebbe anche ad indossare più facilmente qualsiasi tipo di scarpa.

foto@Wikimedia Commons

Next Post

Uomini e Donne Barbara De Santi frequenta l’ex di Gemma

Uomini e Donne non va più in onda da qualche settimana, per la consueta pausa estiva, ma i suoi beniamini più amati, soprattutto del trono over, continuano ad essere seguitissimi sui social. Gemma Galgani e Marco Firpo, ad esempio, aggiornano, quasi quotidianamente, tutti i loro fans con foto e dichiarazioni […]