Selvaggia Lucarelli, ultimi affondi ai concorrenti di Ballando
Selvaggia Lucarelli ultimi affondi ai concorrenti di Ballando

Chi pensava che la fine di Ballando con le Stelle significasse automaticamente la fine delle rivalità tra i partecipanti, siano essi giudici o concorrenti, si sbagliava e di grosso.

Selvaggia Lucarelli, giudice di questa edizione, che indubbiamente ha contribuito a svecchiare e rendere più frizzantino il programma, durante tutte le serate si è scontrata con diversi concorrenti in gara, e alla fine ne ha approfittato anche per togliersi qualche sassolino dalla scarpa.

Se già in corso d’opera non aveva lesinato accuse anche pesanti a nessuno, la Lucarelli nelle scorse ore ha rilasciato un’intervista al suo grande amico Alberto Dandolo per Dagospia, in cui ha sferrato qualche altro colpo.

Sul vincitore Iago Garcia dice: “Non era il miglior ballerino in senso assoluto ma è stato il migliore nella puntata finale. E poi era comunque quello con un seguito maggiore e se la tirava meno di tanti altri che si comportavano come premi Oscar mancati. Credo che abbia vinto perché la sua ballerina, Samanta Togni, gli ha creato delle coreografie bellissime, perché è simpatico ed educato, perché Michele Morrone ha deciso di giocare la sfida finale scegliendo i balli che erano i cavalli di battaglia di Iago. Morrone ha fatto come certi delfini che decidono di spiaggiarsi: s’è suicidato. I concorrenti rosiconi alla Enrico Papi preferivano la Pavone perché era quella a cui la vittoria si poteva concedere anche solo in virtù della sua storia. Dava meno fastidio. Più facile per un concorrente mandar giù ‘vince Rita perché è un monumento’ che ‘vince Morrone perché balla meglio di me’. Detto ciò Rita è stata fenomenale e il terzo posto è stato meritatissimo, ma è arrivata fin dove ha potuto. Ha ballato fino alla fine con un versamento pleurico, come ha detto Canino, un uomo con 37 di febbre si sarebbe fatto ricoverare al San Camillo”.

E sulle sue eterne “nemiche”: “Se io avessi detto anche solo un quarto delle cose che hanno detto a me Asia Argento e Platinette sarei stata lapidata. La verità è che non ascoltavano neanche i miei giudizi, spesso molto più miti di quelli di altri miei colleghi. A Platinette, dimagrita 30 chili, ho detto: ‘Il problema di chi dimagrisce in fretta e molto è che il corpo ha memoria di quei chili. Ecco, tu balli come se avessi ancora quei 30 chili addosso, invece non li hai più’. Mi sono sentita rispondere: ‘Ha parlato il peso piuma, vorrei vedere tu con quel culone’. Anni di pipponi su come sia difficile convivere con il peso blablabla e poi dai della culona a una donna? Se l’avessi fatto io non sarei viva. Ad Asia Argento ho detto che balla male, senza grazia. Lei mi ha detto di tutto, da parassita ad analfabeta sempre però rimproverando me di andare sul personale. Le comiche. Il problema è che non accettava l’idea di non avere talento e di sentirselo dire, per cui si trovava l’alibi di essere una perseguitata. A quanto pare la perseguitava anche il pubblico da casa perché è stata la meno votata del programma. E già che ci siamo, visto che ora posso dire la mia su questioni extra ballo: non è mai stata questa ‘phenomena’ neanche al cinema, tanto per citare un film caro in famiglia”.

Loading...
Potrebbero interessarti

Fedez e Chiara Ferragni si preparano alle loro nozze da sogno

Federico Leonardo Lucia, alias Fedez, ha stupito tutti e si è inginocchiato davanti alla…

Enrico Papi, grande paura durante la fuga dall’uragano Irma

Milioni di persone hanno perso tutto, durante il passaggio dell’uragano Irma: centinaia…