Siae è stata attaccata dagli hacker

Nei giorni scorsi gli hacker che si fanno chiamare “Anonymous” sono tornati a minacciare l’Italia, in particolare attaccando la Lega e promettendo un’azione clamorosa per il prossimo 5 novembre.

Ma questo gruppo, molto noto alle cronache, è solo la punta di un iceberg formato da una miriade di gruppi di pirati informatici dediti agli illeciti in rete.

Il gruppo noto come Anonplus, ad esempio, poco prima della mezzanotte di venerdì ha bucato i server della Siae, cambiando pure i connotati del sito Siae.it, dove finora campeggia il loro logo.

Oltre a cambiare la home del sito Siae, il gruppo in un tweet ha dichiarano di aver trafugato circa 3,7 Gb di dati relative alla gestione Siae.

L’azione è stata condotta, per ammissione stessa del collettivo, per protestare contro la gestione Siae delle opere d’ingegno a loro affidate in questi anni dai creativi italiani.

Ricordiamo che il gruppo si era fatto già conoscere per l’intrusione nei siti di società informatiche come Norton Antivirus e Symantec e per aver attaccato e messo offline altri obiettivi istituzionali in America Centrale come banche e municipalità.

Next Post

Celiachia, in sperimentazione il primo vaccino

Purtroppo chi soffre di questa patologia sa benissimo che non c’è una vera e propria cura: chi soffre di celiachia deve rassegnarsi a vita a seguire un’alimentazione priva di glutine. Una limitazione non da poco, se si conta che il glutine è presente in tantissimi alimenti di uso quotidiano, anche […]