Siberia: le urla umane dalle porte dell’inferno
Siberia le urla umane dalle porte de inferno

Credi all’inferno? Se ci credi dove pensi possa essere? La Bibbia parla più volte dell’inferno. È un luogo reale o un significato simbolico?

In Siberia un gruppo geologico ha praticato un buco nel suolo profondo circa 14,4 chilometri nella crosta terrestre e ha affermato di aver sentito urla umane. Prima hanno sentito un suono acuto, hanno pensato che il suono provenisse dai loro dispositivi di scavo. Dopo alcuni settaggi: hanno sentito urla terrificanti … non solo urla di un singolo essere umano, ma urla di milioni di voci umane, urla di dolore.

La dichiarazione più importante fino ad ora è stata quella dello scienziato di nome Dr. Azzacove di origini russe, che peraltro non crede in Dio, nella Bibbia e nell’Inferno.

Sono state udite urla dalle anime condannate dal buco più profondo della terra. Gli scienziati terrorizzati hanno paura di aver liberato i poteri malvagi dell’inferno fino alla superficie terrestre“.

Le informazioni che stiamo raccogliendo sono così sorprendenti, che abbiamo sinceramente paura di ciò che potremmo trovare laggiù“, ha dichiarato il dott. Azzacov, responsabile del progetto nella remota Siberia.

La seconda sorpresa è stata l’alta temperatura che hanno scoperto nel centro della terra. “I calcoli indicano che la temperatura data era di circa 1.100 gradi Celsius, o oltre 2.000 gradi Fahrenheit“, ha sottolineato Azzacov. ‘Questo è molto più di quanto ci aspettassimo“.

L’ultima scoperta è stata comunque la più scioccante per le nostre orecchie, tanto che gli scienziati hanno paura di continuare il progetto. Abbiamo provato ad ascoltare i movimenti della terra a determinati intervalli con microfoni supersensibili, che sono stati calati attraverso il buco. Ciò che abbiamo ascoltato ha trasformato quegli scienziati. A volte era un suono debole, ma acuto, che pensavamo provenisse dalla nostra stessa attrezzatura“, ha spiegato il dott. Azzacov.

‘Ma dopo alcune modifiche abbiamo capito che in effetti il ​​suono proveniva dall’interno della terra. Non potevamo credere alle nostre orecchie. Abbiamo sentito una voce umana e urla di dolore. Potevamo sentire migliaia, forse milioni, in sottofondo, di anime sofferenti che urlavano. Spero che ciò che è laggiù rimanga lì“, ha aggiunto il dott. Azzacov.

Come comunista non credo nel paradiso o nella Bibbia, ma come scienziato ora credo all’inferno“, ha detto il dott. Azzacove. “Inutile dire che siamo rimasti scioccati nel fare una simile scoperta. Ma sappiamo cosa abbiamo visto e sappiamo cosa abbiamo sentito. E siamo assolutamente convinti di aver attraversato le porte dell’Inferno!

Secondo un articolo dell’agosto 1989 sulla rivista “Science”, esiste un progetto russo di perforazione di fori profondi a Kola, vicino a Murmansk, a circa 150 miglia a nord del circolo polare artico. Un altro esperimento tedesco di perforazione profonda nella Baviera nord-orientale ha scoperto temperature più calde di quanto ci si aspettasse a determinati livelli di perforazione, sebbene nulla sia vicino ai 2000 gradi Fahrenheit.

Sai perché Jacques Costeau, il famoso esploratore subacqueo, ha abbandonato l’immersione in acque profonde prima di morire? Si dice che si sia fermato perché aveva sentito in una delle grotte sottomarine che stava esplorando, suoni di persone che urlavano.

Fonte: incredipedia.info

Loading...
Potrebbero interessarti

Ghiacciaio enorme si stacca in Groenlandia

Le lastre di ghiaccio, come quelle in Groenlandia e nell’Antartide, formano praticamente circa…

Tomatina, quali sono le sue origini?

In giro per il mondo ce ne sono tantissimi di festival e…