Sicilia, sono dodici i morti per il maltempo

Una vera e propria tragedia quella che si sta consumando in Sicilia in queste ore: la pioggia incessante e il vento hanno fatto esondare fiumi e corsi d’acqua, creato frane e smottamenti, e purtroppo sono già dodici le vittime accertate.

Al confine dei comuni di Altavilla Milicia e Casteldaccia, non distante dall’autostrada Palermo-Catania, si sono registrati nove morti, tra i quali ci sono due bambini (uno e tre anni), tutti sorpresi dall’acqua nella villa in cui si trovavano.

Nell’abitazione erano riuniti due nuclei familiari, per un totale di 12 persone: nonno, figli e nipotini sterminati dalla piena. Il padrone di casa, Giuseppe Giordano, e la nipote si erano allontanati dalla casa per una commissione poco prima della tragedia e si sono salvati.

Sempre vicino Palermo, a Vicari, è stato trovato morto un uomo, Alessandro Scavone, titolare di un distributore di carburanti.

Scavone viaggiava su un’auto che è stata travolta dall’acqua del fiume San Leonardo. I vigili del fuoco stanno inoltre recuperando i corpi di due persone travolte con la propria auto da un torrente esondato nei pressi di Cammarata, in provincia di Agrigento.

Loading...
Potrebbero interessarti

Mattarella, l’importanza di insegnare l’italiano agli immigrati

Nei giorni in cui la legge per ottenere la cittadinanza, per coloro…

Padre scappa con suo figlio: ora si trova a Ciudad Real

Un uomo di 38 anni, Enzo Costanza, è fuggito con il figlioletto…