Studio rivela chi è più a rischio Coronavirus

Redazione

Un nuovo studio ha mostrato quali gruppi di popolazione sono più suscettibili all’infezione da coronavirus rispetto ad altri.

Un’analisi approfondita del virus che causa il COVID-19 da parte di un team internazionale di scienziati suggerisce che uomini, anziani e fumatori hanno tratti genomici che contribuiscono ad un’infezione più rapida.

Studio rivela chi piu a rischio Coronavirus

Nel loro lavoro, i ricercatori hanno analizzato l’effetto del virus SARS-CoV-2 su oltre 1,3 milioni di cellule da campioni di tessuto del naso, delle vie respiratorie e dei polmoni di 228 persone sane.

Abbiamo studiato i fattori di penetrazione del virus negli organi e nei tipi di cellule che di solito sono infettati dal virus COVID-19 e abbiamo scoperto che l’età, il fumo e il sesso giocano un ruolo importante nella capacità di SARS-CoV-2 di entrare nelle cellule , iniziano a riprodursi in loro, e oltre a infettare l’intero corpo“, ha detto il dottor Nicholas Banovich.

Gli scienziati hanno scoperto che nelle cellule di uomini, fumatori e anziani, che rivestono le vie aeree, c’è più enzima e gene che il virus utilizza per entrare nel corpo. È anche noto che la gravità e la mortalità del coronavirus aumentano con l’età. Gli uomini vengono infettati e muoiono a causa di questa infezione più spesso delle donne e il fumo è associato a un decorso più grave della malattia.

Oltre alle condizioni di comorbidità come l’ipertensione e il diabete, questo studio aiuta a spiegare la biologia alla base del perché uomini, anziani e fumatori possono essere a più alto rischio di infezione e dovrebbero avere la priorità per la vaccinazione“, ha spiegato il dott. Nicholas Banovich.

Next Post

Vegani: Dieta senza carne e latticini fa male alle ossa

Secondo uno studio, seguire una dieta vegana priva di carne e latticini può indebolire le ossa e aumentare il rischio di fratture. I ricercatori guidati dall’Istituto federale tedesco per la valutazione del rischio (BfR) hanno confrontato la salute delle ossa di 36 vegani e 36 non vegani mediante ultrasuoni. Hanno […]