Sui licenziamenti ci si aspettava una mano tesa

Redazione

Critiche senza fine all’operato del governo sul Jobs Act sia dalla minoranza democratica sia da Raffaele Fitto che da Giovanni Toti. Dura Laura Boldrini.

Mentre il premier Matteo Renzi parla di un giorno atteso per i precari italiani, la minoranza democratica con Gianni Cuperlo e Stefano Fassina alza la voce. Allo stesso modo i sindacati e i partiti di opposizione ad alzare la voce facendo notare la vacuità del provvedimento sono da parti opposte sia Raffaele Fitto che Giovanni Toti di Forza Italia.

Duro e inaspettato arriva anche la critica della Presidente della Camera, Laura Boldrini  “credo – dice la presidente Boldrini- nei ruoli intermedi, associazioni, sindacati. Dunque, l’idea di avere un uomo solo al potere, contro tutti e in barba a tutto a me non piace. Credo profondamente nella forza dello stare insieme, del fare team e di fare sistema. E questo vale per tutto. Da soli non ce la facciamo, insieme abbiamo più chance”.

Next Post

Addio a Luca Ronconi

Si è spento il maestro del teatro italiano Luca Ronconi avrebbe compiuto 82 anni il prossimo 8 marzo. Direttore del Teatro stabile di Torino dal1988 al 1993), del Teatro stabile di Roma dal 1994 al 1998 nonché direttore artistico per oltre un decennio del Piccolo Teatro di Milano, Luca Ronconi […]