Team di scienziati crea l’equivalente di un cervello

Redazione

Un team di scienziati dell’Università di Sydney e del Japan National Institute of Materials Science sono riusciti a stabilire la reazione di una rete artificiale di nanofili alla stimolazione elettrica.

La scoperta definisce nuove possibilità per creare intelligenza artificiale basata su analoghi fisici dei neuroni, secondo la pubblicazione Nature Communications.

Team di scienziati crea equivalente di un cervello

Gli esperti hanno scoperto che le reti di nanofili metallici (NWN) autoassemblanti sono in grado di raggiungere uno stato di criticità da valanga, che indica la capacità di apprendimento del cervello biologico.

Per lo sviluppo del NWN, gli specialisti hanno utilizzato fili d’argento rivestiti con polimero. Sono in grado di auto-organizzarsi, assemblandosi in reti 2D disordinate. Pertanto, gli scienziati sono stati in grado di combinare il sistema che esegue compiti e memoria in una rete comune.

Next Post

Nostradamus ha previsto la fine del coronavirus

L’astrologo francese Michel Nostradamus ha predetto l’emergere dell’infezione da coronavirus sulla terra e la data della sua fine, secondo molti appassionati e studiosi. Le autorità cinesi hanno annunciato un focolaio di polmonite causata dall’infezione da coronavirus alla fine del 2019. Il coronavirus è apparso per la prima volta in un […]
Nostradamus ha previsto la fine del coronavirus