Un test del sangue per sapere chi è a rischio suicidio

Affinché una persona arrivi a pensare al suicidio, o a metterlo addirittura in atto, vi devono essere dei gravi disagi psicologici, le cui cause e motivazioni vanno certamente ricercate nella sfera della vita privata e dei rapporti interpersonali.

Una branchia di cui si occupano psicologi e psichiatri, eppure a quanto pare esiste un test del sangue che quasi nella totalità dei casi riesce a predire chi è predisposto al suicidio.

I ricercatori della Indiana University School of Medicine hanno riferito sulla rivista Molecular Psychiatry di avere sviluppato un’analisi del sangue e dei questionari che possono individuare con oltre il 90% di precisione (fino al 98%) quale paziente inizierà a pensare al suicidio o tenterà di realizzare questo obiettivo.

Utilizzando biomarcatori RNA da campioni di sangue insieme a un questionario di nuova concezione in forma di un app, i ricercatori sono stati in grado di prevedere quali individui in un gruppo di pazienti con malattie psichiatriche rischiamo di tentare il suicidio con una precisione sorprendente.

Lo studio è iniziato con un gruppo di 217 pazienti psichiatrici, seguiti per diversi anni con diagnosi di disturbo bipolare, disturbo depressivo maggiore, disturbo schizoaffettivo, e con la schizofrenia. I ricercatori hanno identificato 37 partecipanti che negli anni sono peggiorati e che sono arrivati ad ”un alto livello ” di volontà di togliersi la vita.

Next Post

"Star Wars: Il risveglio della Forza", in Italia al cinema dal 16 dicembre

Arriverà nelle sale cinematografiche mondiali il 18 dicembre 2015 ed in quelle italiane il 16 dicembre del 2015 la pellicola del nuovo film del 2015 diretto dal celebre produttore cinematografico, sceneggiatore, regista e compositore statunitense Jeffrey Jacob Abrams, semplicemente noto in tutto il mondo come J. J. Abrams. Nello specifico […]