Usa, polizia uccide 28enne afroamericano con 33 colpi

È successo negli Stati Uniti, e più precisamente nella cittadina di Lynwood a circa venticinque chilometri a sud di Los Angeles.

Ancora una volta è coinvolta la polizia americana che anche in questa occasione sarà al centro di numerose polemiche e proteste per l’eccessiva violenza nei confronti degli afroamericani: ed infatti è stato ucciso questa mattina un giovane nero ventottenne identificato come Nicholas Robertson, che si aggirava armato per le strade della città.

La polizia ha risposto all’allarme e ha raggiunto il sospettato, sparandogli un totale di 33 colpi; a far indignare la comunità, alcuni video che riprendono la scena e che registrano con chiarezza che la polizia ha continuato a sparare al ragazzo nonostante questo fosse già a terra e reso innocuo dai colpi di pistola;

Sono già partite le prime proteste cittadine e gli abitanti di Lynwood si sono recati nel luogo della sparatoria per manifestare contro gli agenti delle forze dell’ordine. Già a marzo la polizia di Los Angeles era stata al centro di un evento simile: un senzatetto era stato ucciso dai poliziotti con numerosi colpi di arma da fuoco per aver opposto resistenza all’arresto.

Loading...
Potrebbero interessarti

Un bagno pubblico scatena incredibili polemiche tra i cittadini

Un bagno pubblico ha scatenato numerose polemiche per il suo design alquanto…

113 anni la donna più anziana sopravvissuta al coronavirus

Una donna di 113 anni di origini spagnole, potrebbe essere la persona…