Viagra festeggia i suoi primi 20 anni

Quando due decenni fa fu lanciata sul mercato fu capace di sollevare un polverone ed anche in tutti questi anni non sono mancate le polemiche sul suo uso, sul suo reale effetto e sugli effetti collaterali, ma è indubbio che milioni di uomini nel mondo si sono affidati alla “magica” pillolina blu.

E proprio in queste ore il Viagra compie vent’anni. Il farmaco blu anti-impotenza, prima pillola contro la disfunzione erettile maschile, fu approvato dall’agenzia regolatoria americana Food and Drug Administration il 27 marzo 1998 e da allora ha totalizzato a livello globale qualcosa come 65 milioni di prescrizioni.

Una rivoluzione del sesso: ha permesso a milioni di uomini di tornare ad avere rapporti sessuali e ha portato alla ribalta nelle conversazioni quotidiane l’argomento dell’impotenza, fino a quel momento tabù.

«Vent’anni fa si parlava solo di impotenza, fu proprio il Viagra a introdurre il concetto di disfunzione erettile – racconta Alessandro Palmieri, presidente della Società Italiana di Andrologia – Per il medico l’arrivo del farmaco ha voluto dire avere finalmente un’arma a disposizione contro il problema, mentre finalmente i pazienti sono ‘usciti allo scoperto’, mentre prima non ne parlavano. Addirittura sono state le coppie, e non solo gli uomini, ad entrare negli studi, e questa è stata una rivoluzione, perché spesso sono proprio le donne a parlare negli ambulatori e a spiegare quale sia il problema».

Viagra festeggia i suoi primi 20 anni

Viagra festeggia i suoi primi 20 anni

Il sildenafil, il principio attivo del farmaco, era studiato dall’azienda Pfizer come rimedio contro l’angina per la sua azione di dilatazione dei vasi sanguigni ottenuta bloccando una proteina chiamata Pde-5. Nei test sull’uomo dei primi anni ’90 i miglioramenti del problema cardiovascolare sono risultati minimi, ma si è notato l’effetto collaterale dell’aumento delle erezioni.

La maggioranza dei volontari uomini che parteciparono agli esperimenti riferirono quindi di un significativo miglioramento della loro vita sessuale. A quel punto Pfizer cominciò a concentrare le ricerche sull’impotenza maschile, problema che colpisce un terzo degli uomini sopra i 40 anni.

Dopo il via libera dell’Fda il successo del Viagra fu immediato: 150mila prescrizioni furono scritte negli Usa solo nelle prime due settimane in cui il farmaco fu messo in vendita. E prima ancora che arrivasse nelle farmacie di altri Paesi giunse sul mercato nero in Israele, Polonia e Arabia Saudita a prezzi cinque volte superiori al costo legale negli Usa.

Per lanciare un prodotto, il cui acquisto s’immaginava sarebbe stato imbarazzante, fu utilizzato come testimonial negli USA il repubblicano conservatore Bob Dole, l’uomo che sfidò, perdendo, Bill Clinton alle elezioni presidenziali del 1996. All’infuori degli USA, anche la leggenda brasiliana del calcio, Pelè, sponsorizzò la pillola “miracolosa”. Fu immediato, quindi, il tentativo della Pfizer di accreditarsi presso ogni settore dell’opinione pubblica. E il successo come abbiamo detto arrivò.

Il Viagra ha vissuto il suo boom fino a qualche anno fa, ma negli ultimi tempi sta subendo gli effetti del proprio successo. Si tratta forse di uno dei prodotti farmaceutici più imitati e per di più è scaduto il suo brevetto alla fine del 2016, per cui oggi sono possibili alternative a prezzi ridotti.

E così, se Pfizer aveva registrato un trend quasi incessantemente crescente per il suo fatturato grazie alla pillola blu, raggiungendo il picco di 2,1 miliardi di dollari nel 2012, da allora si è scesi del 40% a 1,2 miliardi nel 2017.

Noi ci teniamo a ricordare che chi intende assumere Viagra deve assolutamente consultare uno specialista o il proprio medico, soprattutto se soffre già di particolari patologie, come quelle cardiovascolari. L’esperto saprà consigliare il paziente per il meglio, chiedendogli di sottoporsi ad esami specifici per scongiurare possibili complicazioni dopo l’assunzione della pillola blu. In genere, un adulto che vuole fronteggiare la disfunzione erettile deve assumere 50 mg di medicinale almeno un’ora prima del rapporto ‘intimo’. I medici e gli andrologi raccomandano di non superare la suddetta dose giornaliera.

Angela Sorrentino

Laureanda, content writer professionista, in attesa di patentino giornalista pubblicista, si occupa principalmente di contenuti legati alla sanità italiana e alla tecnologia.

Potrebbero interessarti

Infarto, un cerotto bio-ingegnerizzato per guarire il cuore

Le malattie cardiovascolari, infarto ed ictus in primis, sono tra le principali…

In arrivo il dolcificante senza calorie: sogno o realtà?

Potremmo dire addio al nostro amato zucchero perché al suo posto potrebbe…

Tumore al cervello, ricercatori italiani ne svelano i meccanismi

Un’altra incredibile scoperta tutta italiana a conferma ancora una volta che nella…

Uno spray nasale per ridurre il dolore delle doglie

Se siete delle donne, e la vostra principale paura, al pensiero di…