Zuckerberg, una petizione contro il blocco di WhatsApp in Brasile

Eleonora Gitto

Mark Zuckerberg contro il blocco di WhatsApp in Brasile lancia una petizione online.

Il fondatore di Facebook, che è anche il proprietario di WhatsApp dal 2014, esprime soddisfazione per lo sblocco del servizio di messaggistica ma non si limita a questo.

“Whatsapp ora è di nuovo online in Brasile! Le vostre voci sono state ascoltate ancora una volta. Un grazie alla nostra comunità per aver contribuito a risolvere questa questione”.

”Negare il diritto di comunicare nel modo che si preferisce – continua – è molto pericoloso per una democrazia”, questo scrive il papà di Facebook sul suo profilo.

Ma il buon Mark non si ferma qui, la sua protesta, infatti, continua.

Intanto sempre sul suo social ha invitato apertamente i brasiliani a scendere in piazza per manifestare contro la magistratura del Paese che ripetutamente blocca il servizio di messaggistica mobile WhatsApp.

Poi ha chiesto agli utenti del Brasile di appoggiare il neonato Fronte Parlamentare per Internet Libero.

L’Internet Freedom Caucus, informa Mark Zuckerberg, ha indetto una riunione davanti alla sede del Parlamento di Brasilia per parlare dei progetti di legge che intendono presentare per scongiurare nuovi blocchi dei servizi Internet come WhatsApp.

Esserci, spiega Zuckerberg, è di vitale importanza perché: ”Tu e i tuoi amici potere aiutarci a impedire che ciò succeda di nuovo”.

E con queste parole il CEO invita tutti a firmare una petizione online per confermare l’adesione all’evento.

Next Post

Chloe Moretz sensuale con il suo stile borchiato

Non ancora ventenne la giovanissima Chloe Moretz è stata apprezzata già dieci anni fa circa interpretando il ruolo di Chelsea Lutz nel remake di “Amityville Horror”. Da allora tanti ruoli ed alcuni rimasti impressi nell’immaginario dei fan come quello in “Blood Story” o in un altro remake “Carrie lo sguardo […]
Chloe Moretz sensuale con il suo stile borchiato