Addio all’eclettico Duca Bianco, David Bowie

Ne ha avute tante di soddisfazioni nella vita, ne ha vinte tante di battaglie contro chi non credeva in lui e nel suo talento, eppure a quella più importante, quella contro la malattia, dopo una lotta cruenta durata diciotto mesi, si è dovuto arrendere.

Il Duca Bianco, David Bowie, si è spento nella notte in casa sua. Aveva compiuto 69 anni l’8 gennaio, data dell’uscita del suo ultimo album, Blackstar.

“Singer, songwriter, producer, glam rock, art rock, soul, hard rock, dance pop, punk, electronica”: sono solo le prime che, in un necrologio online rilanciato dal compagno di strada Brian Eno, raccoglie Hollywood Reporter e certamente non bastano a descrivere a sua personalità eclettica e in continuo cambiamento.

David Bowie si è spento dopo una lunga battaglia contro la malattia, che negli ultimi anni lo aveva tenuto lontano dalle scene. L’ultima performance dal vivo risale a un concerto di beneficenza a New York nel 2006. Da allora, il silenzio era stato interrotto solo dall’uscita degli ultimi due album, “The Next Day”, pubblicato nel 2013 a 10 anni di distanza dal precedente “Reality” e appunto “Blackstar”, sette tracce accolte con favore ed entusiasmo dalla critica.

Se ne va un grande che ha attraversato cinque decenni di musica rock. Bowie ha segnato la storia della musica e l’immaginario collettivo degli ultimi 50 anni, vestendo prima i panni di Ziggy Stardust, poi quelli di Alladin Sane e del Duca Bianco.

Dal folk acustico all’elettronica, passando attraverso il glam rock, il soul e il krautrock, David Bowie ha lasciato tracce che hanno influenzato tantissimi artisti. Artista prolifico come pochi, con uscite discografiche al ritmo di un disco all’anno, Bowie non si è mai adagiato sugli allori del successo raggiunto già a metà degli anni ’60, continuando a sperimentare fino all’album ‘Blackstar’ uscito pochi giorni fa. Ha attraversato e inventato generi anche molto diversi tra loro: dal beat al R&B bianco, dal glam rock all’electro pop intellettuale, fino al rock colto e raffinato.

Bowie era sposato a Imam, modella di successo fino al fatale incontro, e che poi, dopo il matrimonio nel 1992, gli è sempre stata accanto, in una delle unioni più durature dello star-system.

Tutto il mondo ne piange la scomparsa e si stringe alla famiglia in questo momento di lutto, in cui ogni altra parola è superflua.

Potrebbero interessarti

Nina Moric, non sono una fascista ho le mie idee

Torna a far parlare di sé la showgirl Nina Moric balzata agli…

Kate Middleton fredda come il ghiaccio con William

Sembrerebbe proprio non aver digerito i gossip nati negli ultimi giorni riguardanti…