Caffè, tutti i benefici per il cuore in uno studio
Caffe fa bene anche se assunto in grande quantita

Il caffè è una bevanda praticamente universale, cambia spesso il gusto da nazione a nazione, ma certamente è amata praticamente in tutto il globo, c’è chi non riesce proprio ad ingranare al mattino se non beve una tazza di caffè, chi lo prende decaffeinato, chi senza zucchero, chi non ne può proprio fare a meno anche durante il giorno, fatto sta che questa bevanda è ricca di tanti benefici per il nostro organismo ma anche di controindicazioni.

Partiamo subito dagli effetti negativi: a differenza di altre sostanze  un buon caffè non ha mai fatto male a nessuno, tuttavia, se assunta ad alte dosi, questa bevanda non è del tutto priva di effetti collaterali.

Pur con le dovute eccezioni, dosi inferiori ai 300 mg di caffeina al giorno sembrano essere compatibili con la stato di salute della maggior parte degli individui adulti.

Non dovrebbe però  essere assunto con leggerezza da chi soffre di ipertensione, insonnia, reflusso gastroesofageo, ulcere e gastrite.

Possono inoltre verificarsi una riduzione nell’assorbimento di calcio e ferro, mentre il consumo di caffè con l’aggiunta di zucchero rischia di annullare i benefici offerti per il dimagrimento.

Ma i benefici associati sono molti di più degli effetti indesiderati: un consumo medio di 3-4 tazzine al giorno favorirebbe secondo alcuni studi, rispetto ai consumatori meno assidui, una riduzione del rischio di diabete di tipo 2 pari al 25%. Al caffè sono anche associate proprietà benefiche a favore del fegato, del quale favorisce un buono stato di salute e agisce in prevenzione di forme tumorali epatiche.

Caffè studio ne evidenzia i benefici per il cuore

Caffe studio ne evidenzia i benefici per il cuore

Al caffè vengono spesso associate anche proprietà di stimolazione dell’attività cardiaca e nervosa. Esistono inoltre alcune ricette specifiche per rendere caffè e tè energizzanti da utilizzare per migliorare la partenza al mattino.

Ma il caffè è un toccasana anche per il benessere del nostro cuore: a suggerire questa interessante caratteristica della bevanda nera sono stati alcuni ricercatori dell’Università di Sao Paulo in Brasile.

Secondo questi studiosi, una cura di sole 3 tazzine al giorno ci consente di prevenire le malattie cardiovascolari. In particolare, a beneficiarne sarebbe soprattutto il nostro muscolo cardiaco e le arterie che risulterebbero così maggiormente pulite.

Secondo gli scienziati, il caffè svolgerebbe all’interno delle nostre arterie una sorta di effetto spazzino ripulendole e riducendo il rischio di pericolosi eventi cardiovascolari. «Nel nostro studio abbiamo scoperto che il consumo abituale di più di tre tazzine al giorno riduce il rischio di calcificazione coronarica», ha dichiarato la professoressa Andreia Miranda, coordinatrice dello studio.

Per la ricerca sono stati presi in esame 4.400 residenti di San Paolo, tra i 35 e i 74 anni, analizzando le loro abitudini relative al caffè e le informazioni raccolte sono state correlate con la misurazione della quantità di calcio nelle arterie coronarie.

Quasi tutte bevevano caffè: il 56% lo facevaalmeno due volte al giorno, mentre il 12% più di tre volte. Inoltre il 10% presentava  livelli di deposito di calcio nelle arterie. I ricercatori hanno scoperto che questo elemento aveva una correlazione inversa con il consumo del caffè. Chi beveva almeno tre caffè al giorno aveva i punteggi migliori, ossia le arterie più pulite.

Gli studiosi ora puntano a capire da un lato se bere quattro o cinque tazze al giorno conferirebbe ancora più benefici, anche se come sottolinea Miranda “altri studi hanno già dimostrato che il consumo eccessivo di questa bevanda potrebbe non portare miglioramenti per la salute”, e dall’altro a comprendere se un effetto si potrebbe avere anche con altri alimenti e bevande contenenti caffeina, come tè o cioccolato.

I ricercatori brasiliani cercheranno anche di scoprire se gli effetti benefici sul cuore vengono prodotti anche dagli altri alimenti contenenti caffeina, come cioccolato e tè.

Ricordiamo che questo non è certo il primo studio del genere: in passato sono stati portati avanti molti studi per scoprire le virtù del caffè, in particolare sul suo presunto effetto benefico sul cuore. Tre lavori, una metanalisi (tecnica clinico-statistica che genera un unico dato conclusivo da più studi su uno stesso argomento) e due importanti ricerche  hanno già dimostrato gli effetti positivi del caffè indipendentemente dalla caffeina.

Laureanda, content writer professionista, in attesa di patentino giornalista pubblicista, si occupa principalmente di contenuti legati alla sanità italiana e alla tecnologia.

Potrebbero interessarti

Torino, trapianto di pelle a una neonata usando la placenta

Gli effetti benefici della placenta sono noti da diversi anni e sono…

Eccesso di farmaci: troppi possono uccidere

Sprechi, malizie e irresponsabilità hanno alla fine prodotto un sistema in cui…

Vaccini e altri rimedi per il Fuoco di Sant’Antonio, il famoso Herpes Zoster

Vaccini e altri rimedi per il Fuoco di Sant’Antonio, il famoso Herpes…

Padova, aborto a sette mesi

In una clinica ostetrica e ginecologica di Padova una donna ha abortito…