Cosa c’è di strano nell’ultima foto di Marte?

Redazione

Curiosity lascia sempre meno spazio all’immaginazione per quel che concerne il nostro fratello spaziale, Marte.

Il rover della Nasa cattura immagini in bianco e nero a 360 gradi con le sue telecamere di navigazione. Per facilitare l’invio dei dati, archivia le tue registrazioni in bassa risoluzione.

Tuttavia, quando gli esperti hanno esaminato la vista dall’ultima postazione di Curiosity, hanno deciso di catturare il paesaggio con la migliore qualità possibile.

Il paesaggio marziano, infatti, risplende magnificamente in arancione e blu nell’ultimo scatto della NASA. L’unica stranezza è che l’occhio umano non vedrebbe il pianeta rosso in questo modo.

Cosa ce di strano ne ultima foto di Marte
foto@NASA/JPL-CALTECH

L’immagine è stata colorata in modo retrospettivo per mostrare i diversi momenti marziani della giornata in modo più dettagliato.

La foto era in realtà composta da una combinazione di due immagini originariamente in bianco e nero scattate dalla fotocamera di navigazione su Marte di Curiosity.

La prima foto è stata scattata al mattino, mentre la seconda nel tardo pomeriggio e successivamente. La procedura è una buona indicazione del cambiamento dell’ora del giorno sul pianeta. Il Monte Sharp si trova a 5 miglia di distanza.

La nuova foto mostra un paesaggio desertico occidentale punteggiato da montagne e dune di sabbia.

A 400-800 metri di distanza c’è un campo di dune di sabbia, lontano e sul lato destro del panorama si può vedere la montagna di Rafael Navarro. La formazione prende il nome da Rafael Navarro, membro della missione morto quest’anno.

Il Monte Sharp si trova nel cratere Gale di 154 chilometri di diametro, il bordo della formazione può essere visto in lontananza nell’immagine attuale. Gli esperti ritengono che una volta ci fosse un lago nella fossa dove si sarebbe potuta sviluppare la vita.

Next Post

I Maya avevano una tecnologia avanzata, lo conferma la scienza

Adesso la conferma sembra arrivare anche dalla scienza, l’antica civiltà dei Maya possedeva una tecnologia avanzata per l’epoca. Gli scienziati che lavorano alla Brown University hanno scoperto tracce di tecnologia avanzata degli antichi Maya. Prima del 900 d.C., spiegano, c’erano interi regni che praticavano pratiche agricole sostenibili. Di conseguenza, avevano […]
I Maya avevano una tecnologia avanzata, lo conferma la scienza