Da stanotte torna l’ora legale, con qualche disagio per la salute

Insieme alla festività della Pasqua arriva anche l’ora legale, questa notte bisognerà spostare le lancette avanti di un’ora, dalle 2.00 alle 3.00. Si dormirà di meno e le giornate si allungano, ma il cambio d’orario quest’anno potrà essere un po’ meno traumatico, dato che coincide con un week end un po’ più lungo del solito, grazie al lunedì di Pasquetta.

Nonostante il lunedì festivo, molte persone potrebbero accusare dei disagi per il cambio d’orario, secondo uno studio dell’Università La Sapienza di Roma, ben il 15% della popolazione italiana potrà accusare dei disturbi dal punto vista del benessere psicofisico, come spiegato da Raffaele Ferri, presidente dell’Associazione Italiana della Medicina del Sonno (AIMS): “Spostare le lancette dell’orologio di un’ora in avanti equivale a fare un viaggio verso est da un fuso orario all’altro. Pertanto, con il cambio d’ora si simula un piccolo jet-lag che è un fattore molto noto di disordini del sonno e del ritmo sonno-veglia, soprattutto in soggetti predisposti o con disordini del sonno già conclamati. In realtà, la grande maggioranza delle persone non risente minimamente degli effetti del cambio d’ora che si manifestano in soggetti già predisposti, cioè circa il 15% della popolazione”.

Il cambio di orario può quindi provocare stress che può conseguentemente portare a un calo dell’attenzione e riflettersi, ad esempio, sulla performance scolastica o lavorativa nei giorni immediatamente successivi al piccolo jet-lag.

Ma l’ora legale può provocare danni ben più gravi: “L’inizio dell’ora legale  sono come un enorme esperimento naturale. In particolare abbiamo notato un aumento del 4% degli attacchi cardiaci nella settimana successiva all’introduzione“, scrivono i ricercatori del Karolinska Institutet di Stoccolma.

Il professor Jori Ruuskanen, neurologo dell ’Università di Turku, ha fatto emergere dati importanti sulla relazione tra l’ora legale e il rischio di ictus: analizzando i dati di episodi di ictus in Finlandia tra il 2004 e il 2013, ne è emerso un incremento dell’8% nei due giorni successivi al cambio dell’ora, un fenomeno temporaneo che fa tornare dati alla normalità dopo un paio di giorni.

Ma il cambio delle lancette ha fatto registrare anche alcuni vantaggi per la salute: numerosi studi, ad esempio, hanno dimostrato che l’allungamento delle giornate aiuta a combattere l’obesità infantile.

1 comment
  1. Ho sempre odiato sta manfrina annuale sull’ora legale, un’ora di sonno in meno (ma possibile che non si arrivi a capire che non cambia niente? Il giorno rimane di 24 ore o no?) che ci dipinge come un branco di morti di sonno, che fa le ore piccole n-volte, ma che poi non riesce proprio a digerire questa drammatica ora legale una volta all’anno…. Ma i giornalisti credono davvero a quello che scrivono?

Comments are closed.

Loading...
Potrebbero interessarti

iPhone 8, già dilagano i primi casi di malfunzionamento

Avendo un prezzo quasi proibitivo per la maggior parte degli utenti, ed…

Alimentazione, cibi avariati addio: arriva l’etichetta smart

Buone notizie sul fronte alimentazione: arriva la smart tag, l’etichetta intelligente che…