Deja Vu, le ultime teorie: si tratta di un ologramma

Redazione

Déjà Vu è il fenomeno in cui un individuo sembra ricordare come se che l’evento che sta vivendo in quel momento, si sia già verificato in precedenza.

Deja Vu ultime teorie si tratta di un ologramma
foto@depositphotos.com

Nel 1876, E. Letter Boirac coniò la frase “déjà vu”. Significato “già visto”, déjà vu è la sensazione che una nuova situazione sia stata precedentemente sperimentata.

Il déjà vu è estremamente difficile da studiare perché si presenta spontaneamente, dura brevemente e non ha testimoni o manifestazioni se non la stessa persona che lo vive, ne abbiamo già parlato in precedenza ma gli studi dipendono da descrizioni soggettive delle esperienze delle persone. Psicologi, parapsicologi e professionisti medici hanno solo teorie.

Déjà Vu ed esperienze psichiche

Una teoria proposta per quanto riguarda il déjà vu è che implica un qualche tipo di esperienza psichica. Diciamo che una persona va da qualche parte per la prima volta e sembra stranamente familiare. La spiegazione è che l’individuo aveva precedentemente visitato il luogo mentre viveva un’esperienza extra-corporea (o ciò che alcuni si riferiscono al viaggio astrale) mentre dormiva.

Ma una delle nuove teorie, scientificamente azzardate, è quella dell’ologramma:

Teoria dell’ologramma – Déjà Vu

Tale teoria suggerisce che i ricordi siano come degli ologrammi, in quanto le persone possono ricreare immagini tridimensionali da qualsiasi parte.

Il déjà vu si verifica quando un aspetto, come una vista, un suono o un aroma, in quel preciso momento, è simile a un frammento di un ricordo e la mente ricrea un’intera scena partendo proprio da quel pezzo.

Déjà Vu e le funzioni del cervello

Una delle prime teorie sulla causa del déjà vu è che un emisfero cerebrale ha catalogato un’informazione più rapidamente dell’altro emisfero cerebrale. Nel corso del tempo, altri ricercatori hanno esplorato questa teoria e hanno ipotizzato che la mente subconscia recepisca le informazioni più rapidamente della mente cosciente.

Sylvia Browne e Déjà Vu

Secondo la sensitiva Sylvia Browne, credente nella reincarnazione, ogni persona pianifica alcune lezioni di vita da imparare prima dell’incarnazione. Pensalo come una specie di progetto per la vita. Un déjà vu è un indicatore del fatto che una persona è sulla strada giusta da seguire nella vita attuale.

Molte persone sperimentano il déjà vu almeno una volta nella vita. Anche se molte teorie diverse e interessanti circolano sulla causa e sul significato di déjà vu, in questo momento, non esiste una spiegazione precisa del perché si verifichino questi fenomeni.

Next Post

Gli angeli custodi sono reali? Tu ne hai uno?

Ognuno di noi ha un angelo custode che ci segue dall’alto ogni giorno per tutta la vita? Esistono gli angeli custodi e soprattutto è vero che vegliano su di noi durante l’arco della nostra esistenza terrestre? “Quando ero incinta di mia figlia di otto mesi, ero così stanca e delusa […]
Gli angeli custodi sono reali Tu ne hai uno