È divorzio breve, da oggi

Redazione

La riforma dei tempi per il divorzio vede un tempo che va dai sei ai dodici mesi per porre fine ad un’unione tra due persone. La riforma sul divorzio breve è stata approvata il 22 aprile in Parlamento in via definitiva ed è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale il sei maggio. Da martedì 26 maggio saranno in vigore le norme contenute nella riforma.

Sono circa duecentomila i procedimenti in corso che potranno chiede di aderire alla nuova norma, così facendo però i tribunali si riempiranno di richieste e resteranno ingolfati. La legge è retroattiva. «Secondo le nostre stime – dice l’avvocato Gian Ettore Gassani, presidente dell’associazione matrimonialisti italiani – quest’anno ci sarà il doppio di richieste di divorzio: normalmente sono cinquantamila procedimenti all’anno, ma dato che si sono create d’improvviso le condizioni per tanti che erano a metà percorso, ne arriveranno altrettanti tra giugno e luglio».

I tempi dunque saranno di sei mesi se la decisione è consensuale, e di dodici  mesi se giudiziale. “E’ un primo passo – auspica Gassani – verso una riforma più radicale, con cui la separazione potrebbe diventare facoltativa e non obbligatoria per divorziare. In alcuni Paesi europei, infatti, è possibile già il divorzio diretto“.

Next Post

Cesare Cremonini tra palco e triplo cd a gonfie vele

A gonfie vele Cesare Cremonini che propone il suo nuovo tour 2015 dopo il grandissimo successo della scorsa stagione. Il “Logico” Tour del 2014 ha fatto segnalare più di 100mila partecipanti, ecco anche il perché del “Più che Logico Live”, il nuovo album o per meglio dire il triplo cd […]
Cesare Cremonini tra palco e triplo cd a gonfie vele